Attualità
PREVENZIONE

Il nuovo sportello dedicato ai funghi

Torna il servizio messo a disposizione di tutti i biellesi da parte del Sian dell’Asl. Per capire se sono commestibili o meno. 

Il nuovo sportello dedicato ai funghi
Attualità Biella Città, 20 Agosto 2022 ore 13:00

Torna il servizio messo a disposizione di tutti i biellesi da parte del Sian dell’Asl. Per capire se sono commestibili o meno.

Il servizio

Dal 1° settembre il Centro di Controllo Micologico Pubblico inizierà l’annuale attività di determinazione dei funghi epigei freschi raccolti dai privati. Il servizio di assistenza ai raccoglitori e ai consumatori sarà attivo ad accesso diretto a Biella, gestito dagli specialisti micologi del Sian (Servizio igiene alimenti, nutrizione) e dietologia del dipartimento di prevenzione dell’Asl di Biella.

Di norma lo sportello rimane aperto fino al 15 novembre, anche se talvolta le condizioni ambientali possono indurre a un anticipo o a un posticipo della chiusura di cui, nel caso, sarà data tempestiva comunicazione.
Il Centro di controllo micologico pubblico Asl Bi osserverà i seguenti orari: Biella, sede Dipartimento di Prevenzione, via Don Luigi Sturzo 20 – lunedì e mercoledì dalle ore 14 alle 15, venerdì dalle ore 14 alle 14,30.

Possono usufruire del servizio i cittadini che hanno raccolto o ai quali sono stati forniti funghi freschi epigei spontanei e che, per la propria tranquillità e incolumità, intendono accertarsi della effettiva commestibilità degli stessi. All’utente che sottopone a controllo i funghi vengono date indicazioni sulla natura del materiale presentato, sulla sua commestibilità o pericolosità, sulle corrette modalità di raccolta, di cottura e consigli pratici sull’utilizzo. L’assistenza, rivolta ai privati, è gratuita.

Indicazioni pratiche per l’utenza. I cittadini che accedono al servizio debbono presentare i funghi da visionare in contenitori rigidi e areati (per esempio cestini di vimini o cassette per la frutta). I funghi devono essere interi (completi di ogni loro parte), puliti sommariamente da terriccio, foglie e altri corpi estranei. È necessario far analizzare tutti i funghi in possesso e non soltanto un campione.

Idoneità al riconoscimento delle specie fungine per Osa. Sono stati 7 i candidati, provenienti da tutto il #Piemonte, che nei giorni scorsi hanno sostenuto presso la sede del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Bi l’esame per il rilascio dell’idoneità al riconoscimento delle specie fungine rivolto agli Osa (Operatori del Settore Alimentare) che intendono commercializzare/somministrare funghi freschi epigei spontanei. Il Servizio igiene alimenti nutrizione (Sian) e Dietologia biellese ha attivato l’esame in riferimento alla Determinazione della Regione Piemonte riguardante gli indirizzi operativi per la gestione dell’ispettorato micologico delle Asl e per la disciplina della commercializzazione dei funghi destinati alla vendita e somministrazione, mettendo a disposizione i propri specialisti per lo svolgimento della sessione. La Commissione era composta dal presidente Bovannrith Nguon, Direttore facente funzione Sian e Dietologia Asl Bi, e dai micologi Stefano Godenzini e Renzo Mostini.

R.E.B.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter