PERSONAGGI

I Subsonica in visita a Cittadellarte prima del concerto al Reload

Ieri, venerdì, la famosa band ha incontrato Michelangelo Pistoletto, prima di esibirsi davanti a mille persone.

I Subsonica in visita a Cittadellarte prima del concerto al Reload
Attualità Biella Città, 17 Luglio 2021 ore 10:00

Ieri, venerdì, la famosa band ha fatto visita a Michelangelo Pistoletto a Cittadellarte, prima di tenere il concerto al Reload.

La giornata

Tra il sound check e l'inizio del concerto i Subsonica sono stati a Cittadellarte per una visita e un saluto a Michelangelo Pistoletto e Paolo Naldini, con i quali da anni condividono pensieri e collaborazioni.

Nel 2014, Michelangelo Pistoletto ospite del nuovo album dei Subsonica "Come una nave in una foresta".

"Michelangelo Pistoletto è uno dei protagonisti dell’arte contemporanea più riconosciuti e influenti del panorama internazionale- ricordano i Subsonica - Ci ha telefonato mentre eravamo tutti insieme al lavoro nella casa vicino al bosco, per coinvolgerci in una iniziativa legata al Terzo Paradiso: la sua opera planetaria, il lavoro più partecipativo che un artista potesse concepire.
Lo abbiamo incontrato ed è stato un incontro estremamente piacevole e stimolante. Ci siamo immersi in questa suggestione e abbiamo deciso addirittura di dedicare al Terzo Paradiso un brano che includesse anche la testimonianza diretta dell’artista, attraverso la sua voce. Michelangelo si è messo in gioco, non senza qualche iniziale timore nei confronti del microfono, e il brano è cresciuto in un confronto costante tra noi e lui.”

Nel 2019, invece, Max Casacci ha partecipato con un’installazione sonora alle Terme Culturali di Cittadellarte

“Watermemories “, di Max Casacci e Hati Suara è l'opera sonora realizzata appositamente per Cittadellarte e si articola in due brani: “Watermemories”, un brano creato esclusivamente con i suoni delle sorgenti, dei torrenti, delle pale dei mulini che hanno trasformato negli anni la forza dell’acqua in energia per il lavoro, passando per santuari e opere d’arte come “l’orchestra di stracci” di Michelangelo Pistoletto, e “Ta Cenc” (omonima scogliera sull’isola di Gozo) è una traccia realizzata - in collaborazione con Hati Suara - esclusivamente con il suono di alcune rocce calcaree già conosciute nell’antichità.

La pietra calcarea a detta del grande artista scultore Pinuccio Sciola “conserva nel suono memoria dell’acqua”.