Attualità
la storia

Dall'Inghilterra al Biellese per raccolta fondi: "Qui mi avete salvato la vita"

Daniel James, paziente inglese di 43 anni, racconta l’iniziativa che ha deciso di intraprendere a favore dell’Ospedale di Biella

Dall'Inghilterra al Biellese per raccolta fondi: "Qui mi avete salvato la vita"
Attualità Biella Città, 20 Novembre 2022 ore 08:42

Dall'Inghilterra al Biellese per raccolta fondi: "Qui mi avete salvato la vita"

«La Cardiologia dell’Ospedale di Biella mi ha salvato la vita, ora come atto di riconoscenza voglio dare il mio contributo alla raccolta fondi per l’acquisto di un’unità di monitoraggio per l’Emodinamica». Così Daniel James, paziente inglese di 43 anni, racconta l’iniziativa che ha deciso di intraprendere a favore dell’Ospedale di Biella, dove lo scorso maggio è stato ricoverato a seguito di un infarto che lo aveva colpito
durante un soggiorno nel Biellese. Daniel ha così successivamente contattato l’ASLBI e ha scelto di supportare la raccolta solidale già lanciata in estate dal pilota di rally Pierangelo Tasinato che contribuirà alla campagna dell’Associazione Amici dell’Ospedale di Biella, per dotare la Cardiologia–UTIC dell’ASL di Biella di un’unità di monitoraggio per l’Emodinamica (poligrafo multiparametrico), strumento che consente lo studio e la refertazione di determinate patologie del cuore quali valvulopatie aortiche e mitraliche.

Una camminata di 1.500 chilometri

L’integrazione di avanzati dispositivi tecnologici sta infatti supportando la crescita dell’attività cardiologica di Biella, aumentando la complessità delle procedure trattate e incrementando quindi i servizi assistenziali alla cittadinanza. La campagna legata all’Emodinamica è già in corso, proseguirà fino ai primi mesi del 2023 e tutti vi possono contribuire.
Un traguardo importante, dal valore di 30.000 euro, per il quale Daniel ha deciso di raccogliere fondi tramite una camminata benefica di circa 1.500 chilometri, ovvero la distanza che separa Windsor in Inghilterra, dove vive con la compagna Margaret Barnes, da Biella. La partenza è prevista per i primi giorni di dicembre, con arrivo all’Ospedale dell’ASLBI durante l’ultima tappa. Daniel testimonierà il viaggio,
accompagnato dai suoi due carlini, attraverso i propri profili social, e le donazioni pervenute serviranno a finanziare la campagna di raccolta fondi supportata dell’Associazione Amici dell’Ospedale di Biella.

«La Direzione ringrazia Daniel per la bellezza e la spontaneità del suo gesto. La sua storia ci ricorda una volta di più quanto l’Azienda Sanitaria con il suo Ospedale sia parte di una comunità di persone che insieme possono contribuire a fare la differenza – commenta Mario Sanò, Direttore Generale ASL di Biella – L’ASLBI seguirà in queste settimane Daniel e Margaret sui social, attendendoli a Biella, all’inizio
del prossimo anno».
«Negli ultimi mesi in Ospedale abbiamo infatti avviato un sistema di screening di alcune patologie come la stenosi aortica e l’insufficienza mitralica, per le quali il poligrafo multiparametrico garantisce un referto rapido e preciso rispetto ai parametri indicati dalle linee guida internazionali per la correzione di tali problematiche – spiega Andrea Rognoni, Direttore SC Cardiologia-UTIC ASLBI – Da parte della nostra équipe, a Daniel vanno un ringraziamento e un augurio per il suo cammino: la sua iniziativa contribuirà a garantire un ulteriore incremento dell’attività cardiologica a beneficio della comunità. Invito i biellesi a seguire la camminata di Daniel tramite i suoi profili social».

La storia

«Lo scorso maggio ci trovavamo vicino a Valle Mosso per un periodo sia di vacanza che di lavoro, quando improvvisamente mi sono sentito male – ricorda Daniel – Dopo soli 20 minuti sono stato soccorso da un’ambulanza e dopo circa 45 minuti sono stato operato d’urgenza all’Ospedale di Biella. Mi hanno letteralmente salvato la vita e per me adesso è un atto dovuto aiutare il reparto di Cardiologia per acquisire questo strumento». «Invito tutti a seguirmi sui social e, se lo vorrete, a sostenere tramite la mia iniziativa la campagna di raccolta fondi», aggiunge. Daniel e Margaret sono stati accolti venerdì 18 novembre all’Ospedale di Biella per un saluto e un ringraziamento da parte della Direzione Generale dell’ASLBI, alla quale hanno partecipato anche Rognoni e il Presidente dell’Associazione Amici dell’Ospedale di Biella Leo Galligani.

Come donare
Per raggiungere tutti insieme il traguardo del progetto “Una mano sul cuore – Cardiologia di Biella 2022” è già possibile donare tramite:
Associazione Amici dell’Ospedale di Biella
Codice Fiscale: 90063120027
IBAN Banca di Asti:
IT16B0608522300000001000314
IBAN Banca Sella:
IT56F0326844430052117928350
Causale “Ospedale di Biella, Cardiologia 2022”

Nella foto Leo Galligani, Andrea Rognoni, Daniel James e Margaret Barnes

Seguici sui nostri canali