Attualità
l'intervento

CNA Biella: "Via Italia non può essere il fulcro del commercio cittadino"

Essere un Gruppo unito, con la stessa visione e la voglia di mettersi in gioco è l’unica strada verso un vero cambiamento e la trasformazione del volto della nostra città capoluogo e del commercio biellese.

CNA Biella: "Via Italia non può essere il fulcro del commercio cittadino"
Attualità Biella Città, 22 Dicembre 2022 ore 10:38

Da poco più di un anno si è costituito il Gruppo del Commercio, Turismo e Ristorazione della CNA di Biella che nella serata dedicata al taglio del nastro espose ai presenti, politici compresi, proposte e suggerimenti nati nei mesi precedenti dalla riflessione interna al gruppo.

CNA Biella: "Via Italia non può essere il fulcro del commercio"

"Possiamo affermare - spiegano da CNA Biella -  senza indugio che il Gruppo di strada ne ha fatta; infatti, già nei primi mesi di quest’anno ha lavorato ad una visione di ideali e di programma, espressa con un documento intitolato “i nostri perché”, che oltre ad indicare la direzione da seguire, serve da motivazione al Gruppo per continuare a dedicare parte del tempo alle colleghe e ai colleghi del Commercio, del Turismo e della Ristorazione, oltre che all’Associazione e al benessere della città e di tutto il nostro biellese.

A metà anno il Gruppo è stato coinvolto, insieme alle altre Associazioni territoriali, negli incontri con l’Amministrazione Comunale di Biella e la locale Pro Loco, per l’organizzazione del programma di attività per le festività Natalizie; un lavoro che ha richiesto impegno da parte di tutti.

Infatti, oltre alle consuete difficoltà, nel 2022 si è aggiunta la crisi energetica che continua ad incidere sui bilanci di tutte le attività produttive e delle nostre famiglie".

Le luminarie

Quest’aspetto sembrava dovesse condizionare anche il posizionamento delle luminarie cittadine sino ad immaginarne l’assenza totale. Proprio da qui è nata l’idea di proporre a tutti i proprietari e gestori dei locali l’acquisto di un kit formato da eleganti lanterne con illuminazione led ad un prezzo ribassato rispetto al listino di vendita, proprio per dare un segnale di attenzione rispetto al momento difficile che tutti viviamo e grazie all’azienda Art From Italy.

"L’idea - spiegano - ha incontrato il favore di tutti, e con la regia del Duc (Distretto urbano del Commercio), tutti hanno lavorato per poter offrire ai commercianti ed alla città un’illuminazione “alternativa” e che comunque, anche in presenza di luminarie ad oc, potesse divenire oggetto caratteristico di questo Natale, perché è fondamentale continuare a guardare avanti con fiducia e speranza, il tutto in modo concreto e attivo".

Stupiti dal fallimento DUC

"È proprio in virtù di ciò che è stato fatto fino ad oggi, che in parte ci stupisce il fallimento dei progetti in ambito DUC. Il gruppo di lavoro, ad oggi e probabilmente anche in virtù del Natale, è sicuramente più collaudato e sinergico di “ieri”, ma è indubbio che la parte politica ed amministrativa, in queste partite, hanno un ruolo predominante.

Le Associazioni del territorio si sono spese ed hanno partecipato attivamente ed economicamente alle iniziative del Natale riuscendo così a regalare alla cittadinanza tutto ciò che merita perché queste feste non passino inosservate; ma il DUC è molto di più ed era un progetto che doveva vedere maggiori risorse economiche disponibili da parte della nostra Città, per poter progettare più in grande e vedere il contributo aumentato con i fondi regionali disponibili. Si è persa un’occasione per il nostro commercio e ciò metterà a dura prova le Associazioni del territorio che ancora una volta dovranno cercare gli strumenti più idonei a sviluppare il commercio della Città e sopperire così alle mancanze del pubblico.

È in tale contesto che sono necessarie alcune riflessioni. Il Gruppo Commercianti di CNA Biella parte dalla consapevolezza che Biella è una città di dimensioni piccole, dove parlare di centro città come unico perno e fulcro è limitato e limitante proprio rispetto alle potenzialità che il commercio già esprime nelle aree distanti da via Italia, che per quanto di fatto sia la via della classica “vasca” non rappresenta più solo ed esclusivamente il fulcro del commercio biellese".

Realismo e concretezza

"Una caratteristica dei Gruppi costituiti all’interno di CNA Biella è il realismo e la concretezza. Ma nel Gruppo Commercianti coesistono anche sognatori, che pensano, immaginano e lavorano ad una città che si consideri tutta “il centro”, anzi che tutto il Biellese sia “centro”! Quest’approccio aiuta ad aprirsi a nuovi paradigmi che “automaticamente” valorizzano tutte le vie, spazi e persone della città, dei comuni e dei tanti bellissimi luoghi del nostro territorio.

Questo esercizio di pensiero non desidera altro che confrontarsi con tutti coloro che hanno a che fare con le progettualità e gli interventi a favore dei cittadini e delle famiglie, delle Istituzioni e delle attività imprenditoriali, dall’abbellimento dell’arredo urbano, per arrivare al benessere cittadino e del commercio.

E la dimostrazione di questo modo di lavorare è il fatto che nella zona “periferica” di via Trento e Trieste per questo Natale si siano posizionate più lanterne che in via Italia dove per un motivo o per un altro i commercianti hanno aderito all’iniziativa in numero minoritario, perdendo dal nostro punto di vista, l’opportunità di iniziare a rilanciare il cuore oltre l’ostacolo.

Essere un Gruppo unito, con la stessa visione e la voglia di mettersi in gioco è l’unica strada verso un vero cambiamento e la trasformazione del volto della nostra città capoluogo e del commercio biellese.

Guardando all’anno che ci attende non possiamo e non dobbiamo permetterci di adagiarci pensando che con le sfide che verranno non ci siano  anche nuove opportunità per cambiare le cose, ma per poter sperimentare quello che vorremmo vedere, dobbiamo essere consapevoli che il cambiamento dipende e deve partire proprio da noi; infatti, riteniamo che un famoso slogan ben rappresenti il primo passo da fare verso il nuovo che vorremmo costruire: “Think different” pensa differente".

Seguici sui nostri canali