Attualità
verso la decisione

Biella 'sotto esame' per l'Adunata 2024: la scelta avverrà il 12 novembre

Venerdì mattina nella sala consigliare di Palazzo Oropa il sindaco di Biella, affiancato da numerosi componenti della giunta, ha ricevuto la Commissione Nazionale Alpini

Biella 'sotto esame' per l'Adunata 2024: la scelta avverrà il 12 novembre
Attualità Biella Città, 11 Settembre 2022 ore 09:01

Biella 'sotto esame' per l'Adunata: la scelta avverrà il 12 novembre

Venerdì mattina nella sala consigliare di Palazzo Oropa il sindaco di Biella, affiancato da numerosi componenti della giunta, ha ricevuto la Commissione Nazionale Alpini, in questi giorni in città per effettuare il sopralluogo in vista della candidatura di Biella per l’Adunata Nazionale 2024.

La Commissione era composta da Carlo Macalli (responsabile, Bergamo), Gian Mario Gervasoni (vice presidente nazionale, Savona), Antonio Tonino Di Carlo (Abruzzo), Stefano Boemo (Palmanova), Paolo Saviolo (Gattinara) e Enzo Paolo Simonelli (consigliere nazionale).

Il sindaco di Biella ha evidenziato come l’Amministrazione appoggi in toto la candidatura della sezione biellese dell’ANA. Gli Alpini occupano un posto privilegiato nel cuore di ognuno di noi per quanto hanno fatto e ancora fanno. E’ una delle associazioni più amate in Italia, se non la più amata e la città ha dato il massimo per fornire alla Commissione il maggior supporto possibile.

Le parole di Marco Fulcheri

Il presidente sezionale di Biella Marco Fulcheri spiega: “Siamo impegnati in una sana competizione: lo spirito alpino deve superare quelle che sono le ovvie rivalità perché l’adunata non avrà vincitori o vinti, l’adunata verrà semplicemente assegnata ad una città e a una sezione. Il nostro territorio ha una gran voglia di ospitare l’adunata del 2024: non c’è alpino che non sogni di organizzare a casa propria questo evento. Fin dal primo momento sosteniamo come l’adunata nazionale a Biella sarà un segnale forte di voglia di futuro per il nostro territorio. Dal 1943 a Trento è scolpita sulla pietra la scritta ‘Per gli Alpini non esiste l’impossibile’. Io credo che sia ora che noi biellesi, sotto il Mucrone, scriviamo la stessa frase, perché abbiamo la voglia di realizzare tante cose e l’auspicata adunata nazionale sarebbe il giusto coronamento”.

“Il territorio da sempre ha avuto bisogno degli Alpini – ha concluso Fulcheri -, sempre presenti quando c’è bisogno. In questa particolare occasione noi tutti ci siamo ancora di più per dare un segno di rinascita, di crescita e di speranza al nostro territorio”.

Dalla Commissione sono arrivate parole lusinghiere. “In queste due giornate in città abbiamo constatato che i requisiti per ospitare un’adunata ci sono. Ora non resta che aspettare le prossime visite che faremo a Viareggio e Vicenza (Modena è già stata valutata in precedenza) e la scelta effettuata dal Consiglio direttivo nazionale il 12 novembre”.

I presenti appoggiano la candidatura

All’incontro non sono voluti mancare il presidente della Provincia di Biella, che ha sottolineato come l’adunata rappresenti un momento importante non solo per Biella, ma per tutto il territorio Biellese; mentre il vescovo Roberto Farinella ha detto che “la nostra è una città alpina, amica degli alpini”.

Per il Governo il saluto è stato portato da sua eccellenza il Prefetto Franca Tancredi, mentre in video chiamata è intervenuto il presidente della Regione Piemonte, che ha dato il benvenuto alla Commissione, evidenziando come il Piemonte sia una regione che vuole bene agli Alpini e ha dei legami profondi con l’ANA. Il presidente si è detto felice di poter eventualmente ospitare l’adunata, garantendo da parte della Regione l’aiuto economico necessario; sentendosi orgogliosamente pronto a pensare di avere la miglior candidatura. Le adunate sono momenti meravigliosi e il Piemonte è a fianco della città e del comitato ANA di Biella. Presenti all’evento pure il comandante della Guardia di Finanza di Biella Cesare Maragoni e il vice comandante dei carabinieri Fabio Longhi.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter