l'inchiesta

"Altro che coprifuoco, fateci lavorare"

I baristi e i ristoratori si sono invece trovati in questi primi giorni di nuova regolamentazione a dover fornire spiegazioni ai clienti, pronti a tornare all’interno dei locali per consumare un caffè o per pranzare. 

"Altro che coprifuoco, fateci lavorare"
Attualità 29 Aprile 2021 ore 13:08

Le nuove zone Gialle hanno generato una grande confusione soprattutto tra le persone che, in pausa pranzo, speravano di poter tornare a sedersi al tavolo al coperto come capitava con le regole della vecchia zona Gialla. I baristi e i ristoratori si sono invece trovati in questi primi giorni di nuova regolamentazione a dover fornire spiegazioni ai clienti, pronti a tornare all’interno dei locali per consumare un caffè o per pranzare.  E ora sale la protesta

Un gran caos

"Ovviamente - racconta Luigi Apicella della pizzeria La Luccila - si fa un gran parlare di coprifuoco, peccato che nessuno si soffermi sul fatto che da lunedì scorso nel campo della ristorazione regni in realtà un gran caos".

Leggi l'articolo completo su Eco di Biella in edicola