Attualità
sanità

Aldo Tua lascia la direzione di Medicina e Chirurgia d'Urgenza di Asl Bi: da febbraio sarà a Vercelli

Ecco i suoi saluti al Degli Infermi: "Struttura solida, gran lavoro di équipe e ottime professionalità". 

Aldo Tua lascia la direzione di Medicina e Chirurgia d'Urgenza di Asl Bi: da febbraio sarà a Vercelli
Attualità Biella Città, 17 Dicembre 2022 ore 07:00

Aldo Tua, Direttore SC Medicina e Chirurgia d'Urgenza prenderà servizio all'ASL di Vercelli. Ecco i suoi saluti al Degli Infermi: "Struttura solida, gran lavoro di équipe e ottime professionalità".

La lettera del dottor Aldo Tua

"Dopo quattro anni trascorsi a Biella, dal febbraio 2023 inizierò una nuova esperienza come direttore della SC MeCAU a Vercelli, un ritorno nel luogo dove sono cresciuto professionalmente e dove abito. Questa decisione non è stata semplice in quanto in questi anni abbiamo avuto modo di sviluppare un progetto articolato di sinergia tra Pronto Soccorso e Reparto e, con il contributo fondamentale dei due Responsabili di Struttura, dr. Ubertalli per il Pronto Soccorso e dr. Grillenzoni per il Reparto di Medicina d’Urgenza, abbiamo creato un gruppo di professionisti coeso e professionalmente preparato.

L’esperienza della gestione della pandemia è stata molto intensa dal punto di vista organizzativo, ha creato legami fortissimi a livello personale, sia all’interno della nostra struttura tra tutte le figure professionali che vi operano, medici, infermieri e OSS, sia con le altre Strutture di ricovero con cui abbiamo avuto modo di collaborare giornalmente nella gestione di questa emergenza epocale, ha però, purtroppo, segnato anche un momento di crisi della sanità, sia biellese che nazionale, mettendo in luce criticità che sono la sfida per gli anni a venire, carenza di posti letto, mancanza di personale, abbandono dei professionisti dalle aree
di emergenza per eccessivo stress lavorativo.

Colgo l’occasione di queste righe per ringraziare tutti quelli con cui ho avuto la fortuna di collaborare a cominciare dalla Direzione che si è sempre dimostrata disponibile a mettere in pratica i suggerimenti proposti e che ha sempre mostrato apprezzamento nei confronti del mio operato, supportandomi, per quanto possibile, nella gestione dei problemi.
Un ringraziamento particolare poi ai colleghi degli altri Reparti Ospedalieri con cui abbiamo condiviso i momenti difficili della gestione COVID e che sempre mi hanno mostrato la loro vicinanza.

Io inizio un nuovo percorso, ma la struttura che ho avuto la fortuna di dirigere in questi anni, è strutturata solidamente ed ha al suo interno capacità professionali che le permetteranno di proseguire e migliorare ulteriormente quanto iniziato a costruire negli ultimi anni. Infatti senza l’aiuto dei due responsabili del Pronto Soccorso e del Reparto, come di ogni singolo collega che opera all’interno delle due strutture, il mio lavoro sarebbe stato impossibile, e i risultati raggiunti sono frutto del lavoro di equipe e non delle capacità di un singolo.

Cambierà chi avrà l’onere e l’onore di dirigere l’orchestra, ma quello che è importante e che permette che il brano venga eseguito alla perfezione, sono i musicisti ed i loro strumenti, che sono assolutamente di ottimo livello. Viviamo, come sanità, un momento delicato in cui la mancanza di risorse, innanzitutto intese come professionisti, sta mettendo a dura prova la tenuta del sistema.

Il mio augurio è che per me e per i colleghi di Biella la passione per il nostro lavoro e l’impegno che quotidianamente investiamo, non sia messo alle corde da un carico di lavoro eccessivo, per cui chiediamo aiuto ai decisori locali e nazionali di supportarci in questo sforzo. Grazie ancora, per aver condiviso con me questo tratto di strada, a volte molto più irto di quanto avremmo potuto immaginare, nella speranza che i legami di affetto e stima creati in questi anni possano resistere alla distanza fisica di lavorare in realtà differenti".

Seguici sui nostri canali