Attualità
Lutto nello spettacolo

Addio a Raffaella Carrà: la regina della tv si è spenta a 78 anni

Dopo una malattia di cui non era trapelato nulla.

Addio a Raffaella Carrà: la regina della tv si è spenta a 78 anni
Attualità 05 Luglio 2021 ore 17:26

Addio a Raffaella Carrà: la regina della tv si è spenta a 78 anni.

Addio a Raffaella Carrà

"Raffaella ci ha lasciati. E' andata in un mondo migliore, dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre". Con queste parole Sergio Iapino ha dato il triste annuncio della morte di Raffaella Carrà, artista poliedrica di 78 anni. Cantante, ballerina, attrice, signora della tv sempre con il sorriso sulle labbra e con il suo inconfondibile caschetto biondo.

Raffaella Carrà si è spenta alle 16.20 di oggi, lunedì 5 luglio, dopo una malattia che da qualche tempo aveva attaccato il suo corpo ma nonostante la sofferenza la regina della tv aveva fatto in modo che nulla trapelasse della sua profonda sofferenza. La ricorda Adriano Guala, storico presidente di Eurialo&Niso, associazione a difesa dei diritti delle persone omosessuali: “Ciao Raffaella, buon viaggio e grazie ancora per il sogno che mi hai regalato...”. Adriano la conobbe in qualità di ospite del programma tv “Amore”, trasmissione per favorire le adozioni a distanza.

Sfolgorante carriera

Raffaella Maria Roberta Pelloni, questo il suo nome all’anagrafe, era nata a Bologna il 18 giugno 1943 ed è cresciuta in Romagna. Ancora bambina si è trasferita a Roma per studiare all’Accademia nazionale di danza e al Centro sperimentale di cinematografia. Solo negli anni 60 ha poi cambiato nome usando lo pseudonimo d’arte con cui è conosciuta .

Con “Canzonissima” degli anni ‘70 divenne la prima Show Girl della tv in bianco e nero.

Enorme successo ottenne nel 1984 con "Pronto, Raffaella", che raggiunse ascolti straordinari per la fascia meridiana. Conduttrice di "Domenica in" (1986) sempre per la Rai, nel 1987 passò per un breve periodo a Canale 5, per poi tornare nel 1991 a Raiuno con la trasmissione "Fantastico 12". Dopo una parentesi di quattro anni a Madrid, dove portò il programma "Hola Raffaella" per la televisione spagnola, è rientrata in Italia nel 1995 riproponendosi con successo in "Carramba! Che sorpresa" (1995-97 e 2002), trasmissione ispirata al varietà britannico "Surprise, surprise".

Ha quindi continuato a raccogliere consensi presentando "Carramba! Che fortuna" (1998-2000 e 2008) e "Segreti e … bugie" (1999), sempre su Raiuno. Nel 2001 ha condotto il Festival di Sanremo, nel 2004 il programma "Sogni", mentre dedicato alle adozioni a distanza è stato "Amore" del 2006. Nel 2007 è uscito "Raffica Carrà", raccolta videomusicale delle numerose sigle televisive che ha interpretato. Nel 2013 è tornata sul piccolo schermo su Raidue come coach del talentshow "The Voice of Italy" ed è uscito il suo ultimo album "Replay". Nel 2015 ha condotto su Raiuno il talent show "Forte forte forte" e ha interrotto la sua partecipazione a "The Voice of Italy", ripresa l'anno successivo.

Del 2019 è il suo ultimo programma "A raccontare comincia tu" su Raitre.