Attualità
IMPRENDITORIA IN LUTTO

Addio a Nino Cerruti, il Biellese perde il grande stilista maestro di Armani e amato da Coco Chanel

Nino Cerruti è venuto a mancare per complicanze a seguito di una operazione all'anca, all'ospedale di Vercelli. Aveva 91 anni.

Addio a Nino Cerruti, il Biellese perde il grande stilista maestro di Armani e amato da Coco Chanel
Attualità Biella Città, 15 Gennaio 2022 ore 18:27

Nino Cerruti è venuto a mancare per complicanze a seguito di una operazione all'anca, all'ospedale di Vercelli. Aveva 91 anni. Il mondo del tessile biellese perde un suo grande rappresentante.

Lutto

Nino Cerruti ha fatto la storia della moda internazionale. Classe 1930, discendente di una famiglia di industriali tessili, Cerruti ha ereditato l’azienda dal padre, nel 1950, a soli vent'anni. Lasciati gli studi di Filosofia e Giornalismo, si dedicherà alla moda. Nel 1962 fonda, con Osvaldo Testa, il marchio “Flying Cross”, il primo “Designer Line” che si aggiunge alla linea Hitman. Nel 1967, apre la prima boutique di Cerruti 1881 a Place de la Madeleine, a Parigi. Tra le sue clienti affezionate, vanterà Coco Chanel, che adorava i suoi pantaloni.

A metà degli anni Sessanta nel suo Lanificio Fratelli Cerruti si avvale di nuovi collaboratori, come il designer esordiente Giorgio Armani.

Negli anni settanta crea la prima giacca decostruita. Stabilisce accordi di licenza in Giappone e USA al fine di incrementare la visibilità del brand a livello internazionale e per mantenere i prezzi competitivi in più mercati, dimostrando di possedere sempre più, oltre a capacità artistiche, una forte vocazione imprenditoriale al mercato globale. In questi anni nasce anche la linea donna che vent’anni dopo rappresenterà il 20% del fatturato complessivo dell’azienda. Nel 1975 la Hitman inizia la produzione e la distribuzione della maglieria, delle camicie e della linea casual: Cerruti 1881 Brothers.

Il marchio cresce, negli anni ’80 vestirà anche sportivi di fama, come il tennista Jimmy Connors e lo sciatore Ingemar Stenmark.

 Tanti i premi da lui ricevuti, il Bath Museum of Costume Dress of the Year Award (1978), il Munich Fashion Week Award (1981), il Cutty Sark Award, e il Pitti Uomo Award, Italia, nel 1986. Dall'abbigliamento ai profumi, punti vendita sorgono in tutto il mondo. Anche il cinema lo vuole: Nino Cerruti è il designer preferito dalle star per eventi quali la cerimonia di consegna dei premi Oscar o il Festival del Cinema di Cannes e compare brevemente nel film “Holy Man” (Il Genio), con Eddy Murphy, dove impersona se stesso. Non solo: il suo debutto per la prima volta sul grande schermo lo vede vestire gli interpreti di un film prodotto ad Hollywood, “Romancing the stone”, con Kathleen Turner (con lui, nella foto) e Michael Douglas.

E poi altre consacrazioni: nel 1994 il brand diventa designer ufficiale della squadra di Formula 1 della Ferrari e nel 2000 Nino Cerruti viene nominato Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica.

Nel 2005 entra nell’ambito dell’interior design ed acquisisce Baleri-Italia, azienda leader del settore.

Dal luglio 2018, il Lanificio F.lli Cerruti è controllato dal fondo londinese Njord Partners. L’obiettivo dell’acquisizione è di sviluppare in modo sostenibile le potenzialità del marchio Lanificio F.lli Cerruti 1881.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter