Attualità
la storia

A Zubiena arriva la 'Little Bench', la panchina con i manici

Vermogno Vive ha lanciato un concorso per le frasi da apporre sullo schienale

A Zubiena arriva la 'Little Bench', la panchina con i manici
Attualità Elvo, 24 Aprile 2022 ore 08:52

A Zubiena arriva la 'Little Bench', la panchina con i manici

Che fare dei bancali, dopo che tutto il pellet è stato utilizzato? Una panchina, o meglio una Little Bench. L’idea è venuta ad Emanuele Pivotto, uno dei fondatori dell’associazione Vermogno Vive di Zubiena. «Volevo recuperare i pallet che si erano accumulati nel corso degli anni - racconta - e ho provato a pensare a qualcosa che fosse fruibile, realizzabile e colorato». Il quarantanovenne si è quindi messo all’opera, dando prova di buona manualità, e, dopo tre giorni di lavoro, ecco “nascere” la prima panchina, la cui seduta misura un metro circa per 60 centimetri di profondità. L’ideale per una persona, due al massimo. Un elemento d’arredo facile da piazzare e altrettanto facile da smontare, trasportare, riporre e ricollocare, grazie ai manici di corda posizionati proprio sotto la seduta.

Il panorama

In pratica, tutto l’opposto e tutt’altra cosa rispetto alle Big Bench che stanno spuntando in giro per il Biellese. «In genere - spiega l’ideatore - le panchine giganti sono posizionate in luoghi panoramici. Quella che ho costruito con l’ambizione di abbellire il paese e offrire agli abitanti e ai passanti un momento di distacco dalle attività e dai problemi della quotidianità si trova su un terreno di mia proprietà, a poca distanza dalla vecchia strada comunale che conduce alle frazioni di Zubiena. Un luogo sì panoramico, ma il vero panorama ciascuno potrà trovarlo dentro di sé, lasciandosi ispirare dalla frase collocata sullo schienale della panchina. Ad esempio, per la mia prima “creazione” ho scelto Alda Merini: “Nessuno mi pettina bene come il vento”».

Il concorso

In attesa che Emanuele Pivotto realizzi altre Little Bench, l’associazione Vermogno Vive ha già lanciato il concorso: «Fornisci la tua frase, la tua poesia ad uso pubblico scrivendo a vermognolittlebench@gmail.com o lasciando la frase nei commenti di Facebook. Le migliori pervenute avranno la scritta apposta su queste colorate panchine per un mese!».

Lara Bertolazzi

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter