Wi-fi e robot all’istituto comprensivo di Cossato

Wi-fi e robot all’istituto comprensivo di Cossato
Altro 09 Dicembre 2016 ore 10:13

COSSATO - L’Istituto Comprensivo di Cossato si è aggiudicato brillantemente due progetti europei Pon, grazie ai quali ha potuto realizzare interventi ed acquisti per un valore complessivo di ben 44.500 euro: uno da 18.500 e l’altro da 26 mila euro. E’ quanto si è appreso nel corso di un’apposita conferenza stampa, che promossa dalla dirigente scolastica Gabriella Badà, accanto alla quale c’erano il nuovo vicepreside della media Andrea Crucitti, l’insegnante Manuela Arale e la direttrice amministrativa Domenica Parachì.

«Il primo progetto riguarda la realizzazione di reti wi-fi all’interno di tutti i 12 plessi, mentre il secondo prevede l’integrazione delle reti nelle scuole, in modo da avere la copertura totale del wi-fi - ha spiegato Gabriella Badà. - Crucitti si è occupato del progetto e della realizzazione pratica, assieme ad Arale, per la predisposizione dei pc per la rete, come animatore digitale dell’istituto. La nostra scuola dà, infatti, molta importanza alla programmazione digitale ed alla sua manualità». Si è così appreso che è stato istituito un team digitale, guidato da Crucitti ed Arale, con Giorgia Ferrari, Susy Rossetti ed Alma Bodoni, che si occuperanno di predisporre la formazione, chiamando anche degli esperti esterni. Il secondo progetto si occupa, invece, di ambienti digitali: è stato un po’ arduo in quanto aveva il compito di soddisfare tutte le esigenze di ogni singolo plesso. «E’ stato anche predisposto un laboratorio di robotica in ogni plesso della scuola primaria: ci sono delle piccole api - ha fatto rilevare Manuela Arale - che si programmano mediante dei tasti molto semplici in ambito matematico, linguistico e così via, che possono essere gestiti dai bambini. Si prevede anche di realizzare e di distribuire questi robottini, a forma di api, gestibili anche dai piccoli della scuola della infanzia. E’ un’iniziativa che prenderà molto anche i bambini ed i più piccoli, aiutandoli moltissimo a ragionare».?«Seguendo le linee guida del ministero - ha fatto rilevare la dirigente Badà -, abbiamo anche acquistato un laboratorio mobile ed un software vigile, un proiettore interattivo per il plesso del capoluogo ed alcune lavagne lim per quelli periferici, che ne erano solo in parte provvisti, grazie anche ai contributi dei genitori (con teatrini, mercatini, castagna- te, ecc.), di alcuni sponsor, fra i quali anche quello anonimo che ha donato circa 21mila euro. Con queste lim, ci si può mettere in contatto con alunni di altre scuole di ogni parte d’Italia ed anche in tre nazioni europee: Francia, Irlanda e Regno Unito, scambiandosi chiacchiere ed esperienze in inglese, realizzando anche dei gemellaggi». «Chi desidera conoscere a fondo la nostra scuola – ha concluso Badà – potrà farlo durante i prossimi open day, rendendosi conto dei no- stri progetti innovativi e delle nostre eccezionali offerte formative».

Franco Graziola 

COSSATO - L’Istituto Comprensivo di Cossato si è aggiudicato brillantemente due progetti europei Pon, grazie ai quali ha potuto realizzare interventi ed acquisti per un valore complessivo di ben 44.500 euro: uno da 18.500 e l’altro da 26 mila euro. E’ quanto si è appreso nel corso di un’apposita conferenza stampa, che promossa dalla dirigente scolastica Gabriella Badà, accanto alla quale c’erano il nuovo vicepreside della media Andrea Crucitti, l’insegnante Manuela Arale e la direttrice amministrativa Domenica Parachì.

«Il primo progetto riguarda la realizzazione di reti wi-fi all’interno di tutti i 12 plessi, mentre il secondo prevede l’integrazione delle reti nelle scuole, in modo da avere la copertura totale del wi-fi - ha spiegato Gabriella Badà. - Crucitti si è occupato del progetto e della realizzazione pratica, assieme ad Arale, per la predisposizione dei pc per la rete, come animatore digitale dell’istituto. La nostra scuola dà, infatti, molta importanza alla programmazione digitale ed alla sua manualità». Si è così appreso che è stato istituito un team digitale, guidato da Crucitti ed Arale, con Giorgia Ferrari, Susy Rossetti ed Alma Bodoni, che si occuperanno di predisporre la formazione, chiamando anche degli esperti esterni. Il secondo progetto si occupa, invece, di ambienti digitali: è stato un po’ arduo in quanto aveva il compito di soddisfare tutte le esigenze di ogni singolo plesso. «E’ stato anche predisposto un laboratorio di robotica in ogni plesso della scuola primaria: ci sono delle piccole api - ha fatto rilevare Manuela Arale - che si programmano mediante dei tasti molto semplici in ambito matematico, linguistico e così via, che possono essere gestiti dai bambini. Si prevede anche di realizzare e di distribuire questi robottini, a forma di api, gestibili anche dai piccoli della scuola della infanzia. E’ un’iniziativa che prenderà molto anche i bambini ed i più piccoli, aiutandoli moltissimo a ragionare».?«Seguendo le linee guida del ministero - ha fatto rilevare la dirigente Badà -, abbiamo anche acquistato un laboratorio mobile ed un software vigile, un proiettore interattivo per il plesso del capoluogo ed alcune lavagne lim per quelli periferici, che ne erano solo in parte provvisti, grazie anche ai contributi dei genitori (con teatrini, mercatini, castagna- te, ecc.), di alcuni sponsor, fra i quali anche quello anonimo che ha donato circa 21mila euro. Con queste lim, ci si può mettere in contatto con alunni di altre scuole di ogni parte d’Italia ed anche in tre nazioni europee: Francia, Irlanda e Regno Unito, scambiandosi chiacchiere ed esperienze in inglese, realizzando anche dei gemellaggi». «Chi desidera conoscere a fondo la nostra scuola – ha concluso Badà – potrà farlo durante i prossimi open day, rendendosi conto dei no- stri progetti innovativi e delle nostre eccezionali offerte formative».

Franco Graziola