Altro

Volpe, galleria aperta

Volpe, galleria aperta
Altro Grande Biella, 21 Luglio 2012 ore 19:43

Ieri è stato, finalmente, il giorno della riapertura al traffico della Galleria della Volpe chiusa dopo il distacco di alcune staffe dell’illuminazione artificiale. La Provincia di Biella, pur essendo titolare della galleria, che ad oggi non è stata ancora consegnata da Anas, che quindi risulta averne la titolarità, ha intrattenuto frequenti e proficui incontri, oltre che appunto con Anas, anche con l’azienda statunitense costruttrice delle staffe, la Hilti spa, azienda specializzata in sistemi di fissaggio.

L’assessore. «Azienda alla quale si riconosce serietà e professionalità per aver ammesso il difetto di costruzione e per aver proceduto alla sostituzione completa dell’intero impianto di ancoraggio dell’illuminazione per tutta la lunghezza della galleria» ha commentato nei giorni scorsi Luca Castagnetto, assessore provinciale ai lavori pubblici. «L’azienda ha lavorato all’interno della galleria per circa tre mesi, per completare la sostituzione delle staffe precedenti, ora sostituite con un modello di nuova generazione» ha quindi aggiunto l’amministratore pubblico.
 
Lavori. La Provincia di Biella ha sfruttato il periodo di chiusura ed i lavori in corso per effettuare un intervento, con Enerbit, di sostituzione delle obsolete lampade al neon, aumentando la visibilità e di conseguenza la sicurezza all’interno della Galleria della Volpe, che viene restituita ai biellesi, certo dopo molto tempo, ma sicuramente più efficiente e certamente più sicura.

La dinamica dei fatti. L’intervento è stato tutto a carico dell’azienda americana (200 mila euro). La Provincia non ha alcuna colpa nella chiusura del tunnel. I lavori svolti, servivano a sostituire l’impianto d’illuminazione, rotto. La responsabilità del guaio è tutta dell’impresa americana che ha realizzato il lavoro, la multinazionale Hilti, che dopo una serie di sopralluoghi ha ammesso le proprie colpe e facendosi carico della sostituzione di tutti i punti luce. Inizialmente i lavori di sostituzione delle lampade dovevano durare solo qualche mese... L’amministrazione provinciale aveva approvato il progetto, il cui costo è tutto a carico dell’azienda a stelle e strisce, per fortuna, visti i problemi economici dell’ente del presidente Roberto Simonetti. La galleria era chiusa al traffico dal 29 novembre dell’anno scorso. Il tunnel è lungo 1462 metri e l’azienda che si è occupata dei lavori è la Delmastro di Lozzolo. Le staffe sostituite, invece, sono circa 200.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter