«Vogliamo la radiologia interventistica»

«Vogliamo la radiologia interventistica»
17 Giugno 2017 ore 13:49

BIELLA – «Nostro obiettivo e? aiutare l’ospedale di Biella a offrire a tutti i suoi utenti servizi che stiano al passo con l’evoluzione tecnologica ed abbiano le attenzioni che sono dovute alle esigenze dei pazienti e dei loro famigliari». Questo e? il primo impegno che enuncia il dottor Leo Galligani, primario emerito di pediatria, da pochi giorni nuovo presidente dell’associazione Amici dell’Ospedale di Biella.
L’associazione, nata nel 2014 nell’imminenza del trasferimento dal vecchio Degli Infermi alla nuova struttura di Ponderano, conta oggi circa un centinaio di soci. Nei soli primi tre anni ha investito piu? di un milione di euro per l’acquisto dei letti ergonomici a comando elettrico e con materassi anti decubito ora presenti in tutti i reparti, per l’acquisto di quattro poltrone da parto, una vasca per il parto in acqua, e per strumentazioni diagnostiche utili a diverse specialita?.

Da ultimo e? grazie agli Amici dell’Ospedale se sono stati installati degli apparecchi «parlanti» su tutti gli ascensori che permettono alle persone non vedenti o disorientate di sapere su quale piano si trovino. Tra gli interventi promossi dall’Associazione e che piu? hanno riscosso interesse per l’utilita? e la sua unicita? il sistema mutimediale audiovisivo «rianimazione smart» che consente ai pazienti in terapia intensiva di collegarsi con il mondo esterno».

E nella direzione di mantenere il Degli Infermi con standard diagnostici di alto livello vanno gli sforzi attuali dell’associazione che sta raccogliendo fondi per poter istituire a Biella la Radiologia Interventistica. «Oggi e? necessario piu? che mai convincersi che accanto al pubblico e? indispensabile l’impegno del privato, inteso come societa? civile. Noi come associazione “Amici” vogliamo coinvolgere i biellesi affinche? sentano davvero come loro questo ospedale e indirizzare l’impegno di tutti verso obbiettivi di utilita? comune. Questo si fa attraverso il foundraising che affonda le sue radici nella storia di questa citta? dove i nomi dei padiglioni del vecchio ospedale raccontano dell’impegno e del- la cura che il mondo economico e delle professioni ha sempre avuto per un servizio sanitario di alto livello» aggiunge Galligani.

Ad affiancare il dottor Leo Galligani nella guida dell’associazione ci sara? come vicepresidente il dottor Adriano Guala, gia? primario di geriatria, ed il consiglio uscito rinnovato dalla recenti elezioni composto da Pierangelo Ogliaro, Paola Neirotti, Piero Chiorino, Eugenio Zamperone, Grazia Germanetti, Mariagrazia Buratti, Pierfrancesco Gasparetto. Lucina Loro Piana svolgera? il ruolo di revisore dei conti.

R.E.B.

BIELLA – «Nostro obiettivo e? aiutare l’ospedale di Biella a offrire a tutti i suoi utenti servizi che stiano al passo con l’evoluzione tecnologica ed abbiano le attenzioni che sono dovute alle esigenze dei pazienti e dei loro famigliari». Questo e? il primo impegno che enuncia il dottor Leo Galligani, primario emerito di pediatria, da pochi giorni nuovo presidente dell’associazione Amici dell’Ospedale di Biella.
L’associazione, nata nel 2014 nell’imminenza del trasferimento dal vecchio Degli Infermi alla nuova struttura di Ponderano, conta oggi circa un centinaio di soci. Nei soli primi tre anni ha investito piu? di un milione di euro per l’acquisto dei letti ergonomici a comando elettrico e con materassi anti decubito ora presenti in tutti i reparti, per l’acquisto di quattro poltrone da parto, una vasca per il parto in acqua, e per strumentazioni diagnostiche utili a diverse specialita?.

Da ultimo e? grazie agli Amici dell’Ospedale se sono stati installati degli apparecchi «parlanti» su tutti gli ascensori che permettono alle persone non vedenti o disorientate di sapere su quale piano si trovino. Tra gli interventi promossi dall’Associazione e che piu? hanno riscosso interesse per l’utilita? e la sua unicita? il sistema mutimediale audiovisivo «rianimazione smart» che consente ai pazienti in terapia intensiva di collegarsi con il mondo esterno».

E nella direzione di mantenere il Degli Infermi con standard diagnostici di alto livello vanno gli sforzi attuali dell’associazione che sta raccogliendo fondi per poter istituire a Biella la Radiologia Interventistica. «Oggi e? necessario piu? che mai convincersi che accanto al pubblico e? indispensabile l’impegno del privato, inteso come societa? civile. Noi come associazione “Amici” vogliamo coinvolgere i biellesi affinche? sentano davvero come loro questo ospedale e indirizzare l’impegno di tutti verso obbiettivi di utilita? comune. Questo si fa attraverso il foundraising che affonda le sue radici nella storia di questa citta? dove i nomi dei padiglioni del vecchio ospedale raccontano dell’impegno e del- la cura che il mondo economico e delle professioni ha sempre avuto per un servizio sanitario di alto livello» aggiunge Galligani.

Ad affiancare il dottor Leo Galligani nella guida dell’associazione ci sara? come vicepresidente il dottor Adriano Guala, gia? primario di geriatria, ed il consiglio uscito rinnovato dalla recenti elezioni composto da Pierangelo Ogliaro, Paola Neirotti, Piero Chiorino, Eugenio Zamperone, Grazia Germanetti, Mariagrazia Buratti, Pierfrancesco Gasparetto. Lucina Loro Piana svolgera? il ruolo di revisore dei conti.

R.E.B.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità