«Via ai lavori, progettiamo il futuro»

«Via ai lavori, progettiamo il futuro»
Altro 06 Ottobre 2016 ore 13:32

BIELLA - «Per due giorni sono rimasto chiuso negli uffici, per capire come funziona la macchina, perché vivere dall’interno un assessorato è molto diverso da vederlo da fuori». La nomina dell’ottavo assessore della giunta Cavicchioli, ossia quella di Sergio Leone, è avvenuta ufficialmente nella giornata di lunedì e l’ormai ex capogruppo del Pd a Palazzo Oropa non ha perso tempo. Si occuperà di sport e lavori pubblici. «Di cose da fare e da seguire - sottolinea ora - ce ne sono parecchie. Siamo rimasti indietro con le manutenzioni a causa del nuovo codice degli appalti e ora che si sono sbloccate le gare speriamo che il tempo ci dia una mano e che gli interventi possano procedere velocemente. Stiamo intervenendo dove la città ha maggiormente bisogno e penso ai due grandi bandi sulle aree periferiche che interesseranno i quartieri di Chiavazza e del Villaggio La Marmora. E poi la caccia ai fondi europei, per portare a casa soldi utili al rilancio turistico e culturale della città. Insomma, di cose da fare ce ne sono parecchie».

Con la tappa del Giro d’Italia (servizio a pagina 29) alle porte anche lo sport gioca un ruolo fondamentale. «Il sindaco - spiega Leone - nella ridistribuzione delle deleghe ha tenuto conto anche di altri aspetti. Ad esempio nel mio caso, con lavori pubblici e sport avrò un unico dirigente. E gli investimenti sugli impianti sportivi e sulla pianificazione per il Giro vanno a braccetto con i lavori pubblici».
Enzo Panelli

Leggi di più sull'Eco di Biella di giovedì 6 ottobre 2016

BIELLA - «Per due giorni sono rimasto chiuso negli uffici, per capire come funziona la macchina, perché vivere dall’interno un assessorato è molto diverso da vederlo da fuori». La nomina dell’ottavo assessore della giunta Cavicchioli, ossia quella di Sergio Leone, è avvenuta ufficialmente nella giornata di lunedì e l’ormai ex capogruppo del Pd a Palazzo Oropa non ha perso tempo. Si occuperà di sport e lavori pubblici. «Di cose da fare e da seguire - sottolinea ora - ce ne sono parecchie. Siamo rimasti indietro con le manutenzioni a causa del nuovo codice degli appalti e ora che si sono sbloccate le gare speriamo che il tempo ci dia una mano e che gli interventi possano procedere velocemente. Stiamo intervenendo dove la città ha maggiormente bisogno e penso ai due grandi bandi sulle aree periferiche che interesseranno i quartieri di Chiavazza e del Villaggio La Marmora. E poi la caccia ai fondi europei, per portare a casa soldi utili al rilancio turistico e culturale della città. Insomma, di cose da fare ce ne sono parecchie».

Con la tappa del Giro d’Italia (servizio a pagina 29) alle porte anche lo sport gioca un ruolo fondamentale. «Il sindaco - spiega Leone - nella ridistribuzione delle deleghe ha tenuto conto anche di altri aspetti. Ad esempio nel mio caso, con lavori pubblici e sport avrò un unico dirigente. E gli investimenti sugli impianti sportivi e sulla pianificazione per il Giro vanno a braccetto con i lavori pubblici».
Enzo Panelli

Leggi di più sull'Eco di Biella di giovedì 6 ottobre 2016