Altro

Vendevano alcolici a minorenni

Vendevano alcolici a minorenni
Altro 29 Agosto 2013 ore 20:44

La Divisione Polizia Amministrativa della Questura ha sanzionato, ancora una volta, un bar del centro, i cui gestori servivano a minorenni, anche sotto i 16 anni, alcolici, incuranti dei divieti di legge e dei possibili effetti nocivi.
Durante un controllo, gli agenti hanno, infatti, avuto conferma di una situazione appresa informalmente, che è stata poi suffragata dalle dichiarazioni di decine di ragazzini minorenni, la maggior parte dei quali infra-sedicenni.

“Shottini”. I gestori del bar, che si trova in via Italia, offrivano ai ragazzini alcolici di tutti i tipi, in particolare i cosiddetti “shottini”, a prezzi scontatissimi (1-1,50 euro) che, ovviamente, attiravano la giovanissima clientela. Il bar, in questo modo si era conquistato una discreta clientela ed era divenuto ritrovo abituale di ragazzini di tutte le età.
I gestori del bar sono stati segnalati alla Procura della Repubblica per il reato di somministrazione di alcolici a minori di 16 anni continuata e in concorso ed è stato contestato loro l’illecito amministrativo. Nei confronti del locale, il sindaco di Biella, Dino Gentile, su proposta del Questore, ha adottato ordinanza di sospensione della licenza di somministrazione di alimenti e bevande per 7 giorni, dal 28 agosto al 3 settembre.

La Divisione Polizia Amministrativa della Questura ha sanzionato, ancora una volta, un bar del centro, i cui gestori servivano a minorenni, anche sotto i 16 anni, alcolici, incuranti dei divieti di legge e dei possibili effetti nocivi.
Durante un controllo, gli agenti hanno, infatti, avuto conferma di una situazione appresa informalmente, che è stata poi suffragata dalle dichiarazioni di decine di ragazzini minorenni, la maggior parte dei quali infra-sedicenni.

“Shottini”. I gestori del bar, che si trova in via Italia, offrivano ai ragazzini alcolici di tutti i tipi, in particolare i cosiddetti “shottini”, a prezzi scontatissimi (1-1,50 euro) che, ovviamente, attiravano la giovanissima clientela. Il bar, in questo modo si era conquistato una discreta clientela ed era divenuto ritrovo abituale di ragazzini di tutte le età.
I gestori del bar sono stati segnalati alla Procura della Repubblica per il reato di somministrazione di alcolici a minori di 16 anni continuata e in concorso ed è stato contestato loro l’illecito amministrativo. Nei confronti del locale, il sindaco di Biella, Dino Gentile, su proposta del Questore, ha adottato ordinanza di sospensione della licenza di somministrazione di alimenti e bevande per 7 giorni, dal 28 agosto al 3 settembre.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter