Una tariffa più equa per la raccolta dei rifiuti

Una tariffa più equa per la raccolta dei rifiuti
Altro 12 Dicembre 2015 ore 13:29

BIELLA – Le novità vanno accompagnate. Se, poi, si parla di rifiuti e di bollette, a Biella ancora di più. Perché dopo le polemiche degli anni scorsi, con gli aumenti registrati prima dagli utenti, poi da parecchie attività commerciali, ogni novità che viene introdotta è da subito sotto la lente d’ingrandimento dei cittadini. Che, giovedì sera, hanno risposto numerosi alla convoca dell’assemblea pubblica (alla quale ne seguiranno anche altre in tutti i quartieri), per l’introduzione della tariffa puntuale, a partire dal primo gennaio del prossimo anno. Di lavoro, come ammesso dall’amministratore delegato di Seab, Silvio Belletti, c’è n’è ancora molto da fare, ma durante i prossimi giorni tutti i cittadini riceveranno i nuovi kit per la differenziazione dei rifiuti. Sia le utenze domestiche al di sotto delle sei unità, sia i condomini,sia le varie categorie di attività commerciali o industriali.
Durante la serata di giovedì il messaggio è stato chiaro. Più si differenzia, e bene, meno si paga. Perché la nuova tariffa puntuale giocherà molto sulla parte variabile, che inciderà probabilmente (manca ancora il regolamento definitivo) per il 60 per cento sulla composizione della bolletta. «Invieremo a tutti gli utenti di Biella – ha sottolineato Belletti – una brochure in cui verranno spiegati i corretti metodi per differenziare i rifiuti. Si pagherà la parte variabile solamente sull’indifferenziato, una scelta che a Cossato, ad esempio, ha dato ottimi risultati in pochi anni, passando dal 2011, in cui la differenziata era del 54,38 per cento, al 2015, quando si è giunti al 78».
Tutti i cittadini potranno controllare praticamente in tempo reale i conferimenti che verranno effettuati, grazie a un nuovo portale che Seab metterà loro a disposizione.
Si potranno così consultare i conferimenti ed eventuali bollette non saldate. Un modo semplice per l’utenza per tenere sempre sotto controllo la propria situazione. 
Che il tema sia caro agli abitanti della città lo si è capito quando si è aperto il dibattito. Tanti, e molto pertinenti, gli interventi giunti dalla sala. 
Enzo Panelli

BIELLA – Le novità vanno accompagnate. Se, poi, si parla di rifiuti e di bollette, a Biella ancora di più. Perché dopo le polemiche degli anni scorsi, con gli aumenti registrati prima dagli utenti, poi da parecchie attività commerciali, ogni novità che viene introdotta è da subito sotto la lente d’ingrandimento dei cittadini. Che, giovedì sera, hanno risposto numerosi alla convoca dell’assemblea pubblica (alla quale ne seguiranno anche altre in tutti i quartieri), per l’introduzione della tariffa puntuale, a partire dal primo gennaio del prossimo anno. Di lavoro, come ammesso dall’amministratore delegato di Seab, Silvio Belletti, c’è n’è ancora molto da fare, ma durante i prossimi giorni tutti i cittadini riceveranno i nuovi kit per la differenziazione dei rifiuti. Sia le utenze domestiche al di sotto delle sei unità, sia i condomini,sia le varie categorie di attività commerciali o industriali.
Durante la serata di giovedì il messaggio è stato chiaro. Più si differenzia, e bene, meno si paga. Perché la nuova tariffa puntuale giocherà molto sulla parte variabile, che inciderà probabilmente (manca ancora il regolamento definitivo) per il 60 per cento sulla composizione della bolletta. «Invieremo a tutti gli utenti di Biella – ha sottolineato Belletti – una brochure in cui verranno spiegati i corretti metodi per differenziare i rifiuti. Si pagherà la parte variabile solamente sull’indifferenziato, una scelta che a Cossato, ad esempio, ha dato ottimi risultati in pochi anni, passando dal 2011, in cui la differenziata era del 54,38 per cento, al 2015, quando si è giunti al 78».
Tutti i cittadini potranno controllare praticamente in tempo reale i conferimenti che verranno effettuati, grazie a un nuovo portale che Seab metterà loro a disposizione.
Si potranno così consultare i conferimenti ed eventuali bollette non saldate. Un modo semplice per l’utenza per tenere sempre sotto controllo la propria situazione. 
Che il tema sia caro agli abitanti della città lo si è capito quando si è aperto il dibattito. Tanti, e molto pertinenti, gli interventi giunti dalla sala. 
Enzo Panelli

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli