Un rap per Federico Chiarelli

Un rap per Federico Chiarelli
13 Febbraio 2015 ore 20:50

«Fede era uno dei pochi amici della mia zona che condivideva con me la passione per la musica rap e  che mi ha sempre sostenuto nei miei lavori. Lui amava molto le mie canzoni… Mesi fa ci siamo dovuti dire ciao. Ora sentivo di dovergli dire anche grazie, a modo mio». Alessio Angonese, 24 anni, di Portula, era  uno dei tantissimi amici di Federico Chiarelli, il diciannovenne travolto e ucciso davanti a casa, sulla via centrale di Coggiola, all’alba dello scorso 12 ottobre. Ma Alessio Angonese è anche “Anguz”, un rapper con un paio d’album nel cassetto e un grande talento da autore tra le dita. Ed è proprio dall’unione di queste sue due declinazioni che, nei giorni scorsi, Alessio ha dato vita ad una delle canzoni destinate a segnare il suo repertorio con più forza: “Fede”. Un pensiero per l’amico che, anche se non più qui, in tutto questo tempo ha continuato a vivere nei ricordi di chi l’ha conosciuto.

La canzone, registrata allo Shinè recording Studio di Chiavazza (con mix e mastering di Manuel Mock, beat di djCoq e cuts e scratches – ovvero i pezzi di frasi di altre canzoni mixati con i piatti da dj – del dj di Trieste Dee Jay Park) è il ritratto in parole e melodia della sofferenza vissuta da Alessio, alleviata dalla memoria delle tante giornate condivise: «Affondo nel tuo ricordo, non scordo le risate assieme, i discorsi spesso in disaccordo, ma eri un amico vero, leale, speciale, il tuo sorriso in viso era normale». «Da lassù per noi continui a vivere, nel nostro cuore il tuo ricordo rimarrà indelebile, facciam tesoro di quel che sei stato, proteggi tutti noi e chi ti ha sempre amato, ciao Fede!», rappa Anguz, sull’aria che ormai tutti i giovani valsesserini conoscono a memoria. La canzone, pubblicata su YouTube pochi giorni fa (per ascoltarla è sufficiente entrare in www.youtube.com  e cercare “Fede Anguz”) in un suggestivo video che mostra le foto di Fede con gli amici di sempre, ha infatti riscosso subito un enorme successo, con migliaia di ascolti in pochissime ore. «E se qualcuno volesse avere la canzone in formato mp3, per tenerla sul computer o sul cellulare  – chiarisce Anguz -, sono disponibile ad inviarla. Basta contattarmi su Facebook, al mio profilo Ale Anguz». Federico, di certo, avrà già fatto il suo download. E qualcuno dice che Lassù vada in giro con un paio di auricolari nelle orecchie da cui, da qualche giorno, non si stacca mai.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità