Troppi rifiuti abbandonati: via i cassonetti

Troppi rifiuti abbandonati: via i cassonetti
Altro 09 Settembre 2014 ore 13:54

Provvedimento drastico ma evidentemente necessario, quello cui il sindaco Gian Matteo Passuello ha deciso di ricorrere per far fronte - come lui stesso spiega - agli «irresponsabili ed ingiustificati comportamenti, che si protraggono nel tempo, di scarichi non autorizzati di immondizie di varia natura, anche di provenienza industriale e di lavorazioni artigianali,  dentro e fuori i contenitori mobili destinati al mercato e a servizio di alcuni edifici comunali».

Davanti all’impossibilità di evitare questa brutta abitudine, l’amministrazione ha infatti deciso di «far ritirare dalle vie cittadine i cassonetti in questione». «Pertanto - prosegue il primo cittadino - per le esigenze del mercato, i rifiuti da giovedì saranno ritirati da Seab direttamente in loco, al termine delle operazioni commerciali, nei posti banco assegnati ai venditori». Una misura che, di fatto, non interessa le utenze private, per le quali è invece in vigore la raccolta domiciliare, «con la raccomandazione - aggiunge Passuello - di effettuare una responsabile raccolta differenziata del materiale riutilizzabile, mentre il  materiale ingombrante può essere ritirato direttamente presso le abitazioni senza alcun costo aggiuntivo per i cittadini, sfruttando il servizio di prelievo offerto da Seab o in alternativa conferendo presso l’ecocentro di Pray».

Ma la vicenda dei rifitu impropriamente abbandonati non è destinata ad esaurirsi qui. L’amministrazione comunale intende infatti avviare nelle prossime settimane una campagna di informazione sulla corretta gestione dei rifiuti. «Inoltre ricorderemo che l’abbandono di rifiuti di qualsiasi genere nel territorio del comune di Pray - conclude il sindaco - sarà pesantemente sanzionato dagli organi di polizia o nei casi più gravianche attraverso denunce all’autorità giudiziaria». Proprio per evitare che gli episodi si ripetano, nei prossimi giorni verranno installati in alcuni punti strategici del Comune alcune telecamere mobili, «allo scopo di individuare e denunciare i responsabili degli sversamenti o degli abbandoni di rifiuti lungo le strade del Comune».