Menu
Cerca

Tre assessori di Fi "scaricano" Corradino

Tre assessori di Fi "scaricano" Corradino
Altro 23 Gennaio 2014 ore 11:29

Improvvisa e inattesa iniziativa dei tre assessori comunali di Forza Italia, nei confronti del sindaco Claudio Corradino, che, sei mesi fa, aveva annunciato un accordo fra i consiglieri della Lega e quelli dell’allora Pdl, per formare una lista civica per le prossime elezioni. Ne parliamo con loro: gli assessori Pier Ercole Colombo ed Enrico Moggio che, assieme alla collega Sonia Borin, hanno annunciato di voler creare una lista civica.
«Allora, solo i consiglieri del nostro gruppo avevano aderito alla lista civica. Ora noi rilanciamo il nostro impegno per Cossato: crediamo ci siano diverse persone che, anche al di fuori dei partiti, possano dare tanto alla nostra città», affermano.
«Non rinneghiamo la appartenenza alla nostra area, ma non vogliamo una lista Lega-F.i., puntiamo a una lista civica aperta a tutti - proseguono - e, a discussione chiusa, chi avrà le garanzie più alte, verrà candidato sindaco».

Le reazioni. E i consiglieri del partito che cosa ne pensano? «Sono liberi di scegliere: li abbiamo sentiti e, quasi tutti, condividono il nostro progetto. Vogliamo scardinare - concludono - alcune logiche e speriamo che la Lega, a cominciare da Corradino, aderisca al nostro progetto. La nostra lista non avrà i simboli dei partiti e chiunque darà garanzie potrà entrare e far parte della nostra lista, purché aderisca al nostro progetto».

Il sindaco Corradino si è così espresso: «Il difficile e delicato momento di crisi economica richiede, da parte di tutti, la massima collaborazione ed unità di intenti per venire incontro ai cossatesi. Naturalmente, non ho alcuna intenzione di revocare le deleghe ai tre assessori». «Quanto è accaduto è un’ulteriore conferma - secondo Sergio Pelosi, capogruppo del Pd  - del fallimento della giunta Corradino. L’unica cosa positiva è che questo strazio sta per finire e che Cossato potrà, finalmente, sperare di rilanciarsi».
«Scaricare il sindaco a pochi mesi dalle elezioni, - osserva Stefano Revello di “Cambiare Cossato” - è un atto che la gente valuterà certamente nelle urne. Il fatto che restino incollati, fino all’ultimo, alla poltrona, è ancora più vergognoso».
Stasera, giovedì, alle 21, nell’ufficio del sindaco, è annunciata una riunione dei partiti di maggioranza. (Nella foto, da sinistra, Pier Ercole Colombo ed Enrico Moggio).
Franco  Graziola

Improvvisa e inattesa iniziativa dei tre assessori comunali di Forza Italia, nei confronti del sindaco Claudio Corradino, che, sei mesi fa, aveva annunciato un accordo fra i consiglieri della Lega e quelli dell’allora Pdl, per formare una lista civica per le prossime elezioni. Ne parliamo con loro: gli assessori Pier Ercole Colombo ed Enrico Moggio che, assieme alla collega Sonia Borin, hanno annunciato di voler creare una lista civica.
«Allora, solo i consiglieri del nostro gruppo avevano aderito alla lista civica. Ora noi rilanciamo il nostro impegno per Cossato: crediamo ci siano diverse persone che, anche al di fuori dei partiti, possano dare tanto alla nostra città», affermano.
«Non rinneghiamo la appartenenza alla nostra area, ma non vogliamo una lista Lega-F.i., puntiamo a una lista civica aperta a tutti - proseguono - e, a discussione chiusa, chi avrà le garanzie più alte, verrà candidato sindaco».

Le reazioni. E i consiglieri del partito che cosa ne pensano? «Sono liberi di scegliere: li abbiamo sentiti e, quasi tutti, condividono il nostro progetto. Vogliamo scardinare - concludono - alcune logiche e speriamo che la Lega, a cominciare da Corradino, aderisca al nostro progetto. La nostra lista non avrà i simboli dei partiti e chiunque darà garanzie potrà entrare e far parte della nostra lista, purché aderisca al nostro progetto».

Il sindaco Corradino si è così espresso: «Il difficile e delicato momento di crisi economica richiede, da parte di tutti, la massima collaborazione ed unità di intenti per venire incontro ai cossatesi. Naturalmente, non ho alcuna intenzione di revocare le deleghe ai tre assessori». «Quanto è accaduto è un’ulteriore conferma - secondo Sergio Pelosi, capogruppo del Pd  - del fallimento della giunta Corradino. L’unica cosa positiva è che questo strazio sta per finire e che Cossato potrà, finalmente, sperare di rilanciarsi».
«Scaricare il sindaco a pochi mesi dalle elezioni, - osserva Stefano Revello di “Cambiare Cossato” - è un atto che la gente valuterà certamente nelle urne. Il fatto che restino incollati, fino all’ultimo, alla poltrona, è ancora più vergognoso».
Stasera, giovedì, alle 21, nell’ufficio del sindaco, è annunciata una riunione dei partiti di maggioranza. (Nella foto, da sinistra, Pier Ercole Colombo ed Enrico Moggio).
Franco  Graziola