Torna l'iniziativa "Facciamo scuola insieme"

Torna l'iniziativa "Facciamo scuola insieme"
Altro 19 Luglio 2016 ore 10:39

BIELLA - Torna anche quest'anno l'iniziativa "Facciamo scuola insieme", in cui insegnanti volontari fiancheggiano studenti in difficoltà per sostenerli nel percorso scolastico, aiutandoli a svolgere i compiti a casa. Nel 2015 quindici persone si erano rese disponibili, per seguire altrettanti ragazzi nell'età della scuola dell'obbligo. "Avevamo limitato il numero - spiega l'assessore ai servizi sociali Francesca Salivotti - in base alle nostre possibilità logistiche. Quest'anno speriamo di poterlo ampliare per due ragioni: i buoni risultati ottenuti dagli allievi a scuola grazie al supporto dei tutor e la richiesta dei volontari dell'edizione scorsa di poter tornare ancora a svolgere lo stesso compito".

L'avviso è già pubblicato sul sito del Comune di Biella. Per candidarsi c'è tempo fino al 30 settembre ma altre candidature potranno essere accettate nel corso dell'anno scolastico in base a particolari esigenze didattiche dei ragazzi seguiti. L'appello è rivolto principalmente a due categorie: i "senior", gli insegnanti in pensione che possono mettere a frutto le competenze acquisite e l'esperienza, e gli "junior", studenti maggiorenni all'ultimo anno delle superiori o universitari o ancora tirocinanti. Possono candidarsi inoltre insegnanti in servizio, assistenti sociali, educatori professionali e operatori sociali in servizio o in congedo oltre a quanti per esperienza o formazione possono dimostrare di aver maturato esperienza rispetto alle finalità del progetto proposto. L'impegno richiesto è di almeno due ore settimanali, in fascia pomeridiana, per tutto l'anno scolastico. Il progetto si rivolge a bambini e ragazzi tra i 6 e i 15 anni, quindi nell'età dell'obbligo scolastico, già conosciuti, segnalati o in carico ai servizi sociali, che hanno bisogno di aiuto per i compiti pomeridiani. Le lezioni si svolgeranno in una sala messa a disposizione dal Comune o presso altre sedi già attive allo scopo preposto (come aule scolastiche o associazioni di volontariato presenti in città con cui il settore Servizi Sociali intrattiene rapporti di collaborazione). Per tutti i volontari è previsto un riconoscimento simbolico, come avvenne l'anno scorso con la consegna di buoni spesa.

Le domande possono essere consegnate all'Ufficio relazioni con il pubblico (Palazzo Oropa, via Battistero 4, aperto lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14,15 alle 16 e il giovedì dalle 8 alle 16) o allo sportello accoglienza dei Servizi Sociali (Palazzo Pella, via Tripoli 48, aperto lunedì, martedì e mercoledì dalle 8,30 alle 12,30, giovedì dalle 8 alle 16 e venerdì dalle 9 alle 12).

BIELLA - Torna anche quest'anno l'iniziativa "Facciamo scuola insieme", in cui insegnanti volontari fiancheggiano studenti in difficoltà per sostenerli nel percorso scolastico, aiutandoli a svolgere i compiti a casa. Nel 2015 quindici persone si erano rese disponibili, per seguire altrettanti ragazzi nell'età della scuola dell'obbligo. "Avevamo limitato il numero - spiega l'assessore ai servizi sociali Francesca Salivotti - in base alle nostre possibilità logistiche. Quest'anno speriamo di poterlo ampliare per due ragioni: i buoni risultati ottenuti dagli allievi a scuola grazie al supporto dei tutor e la richiesta dei volontari dell'edizione scorsa di poter tornare ancora a svolgere lo stesso compito".

L'avviso è già pubblicato sul sito del Comune di Biella. Per candidarsi c'è tempo fino al 30 settembre ma altre candidature potranno essere accettate nel corso dell'anno scolastico in base a particolari esigenze didattiche dei ragazzi seguiti. L'appello è rivolto principalmente a due categorie: i "senior", gli insegnanti in pensione che possono mettere a frutto le competenze acquisite e l'esperienza, e gli "junior", studenti maggiorenni all'ultimo anno delle superiori o universitari o ancora tirocinanti. Possono candidarsi inoltre insegnanti in servizio, assistenti sociali, educatori professionali e operatori sociali in servizio o in congedo oltre a quanti per esperienza o formazione possono dimostrare di aver maturato esperienza rispetto alle finalità del progetto proposto. L'impegno richiesto è di almeno due ore settimanali, in fascia pomeridiana, per tutto l'anno scolastico. Il progetto si rivolge a bambini e ragazzi tra i 6 e i 15 anni, quindi nell'età dell'obbligo scolastico, già conosciuti, segnalati o in carico ai servizi sociali, che hanno bisogno di aiuto per i compiti pomeridiani. Le lezioni si svolgeranno in una sala messa a disposizione dal Comune o presso altre sedi già attive allo scopo preposto (come aule scolastiche o associazioni di volontariato presenti in città con cui il settore Servizi Sociali intrattiene rapporti di collaborazione). Per tutti i volontari è previsto un riconoscimento simbolico, come avvenne l'anno scorso con la consegna di buoni spesa.

Le domande possono essere consegnate all'Ufficio relazioni con il pubblico (Palazzo Oropa, via Battistero 4, aperto lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14,15 alle 16 e il giovedì dalle 8 alle 16) o allo sportello accoglienza dei Servizi Sociali (Palazzo Pella, via Tripoli 48, aperto lunedì, martedì e mercoledì dalle 8,30 alle 12,30, giovedì dalle 8 alle 16 e venerdì dalle 9 alle 12).