Tescari torna libero

13 Maggio 2010 ore 13:00

(13 mag) Older Tescari è libero. L’imprenditore e presidente della Biellese, 69 anni, è stato scarcerato ieri mattina, dopo quindici giorni esatti di detenzione. Il Tribunale della libertà di Torino, ha infatti accolto il ricorso presentato dai difensori di Tescari, gli avvocati Domenico Duso e Stefano Monteleone, che avevano chiesto per il loro assistito una misura cautelare meno afflittiva. I giudici del riesame hanno concesso all’indagato l’obbligo di dimora nel comune di Cossato. L’imprenditore, che è accusato di violenza in famiglia, abiterà a casa di una nipote e non potrà superare i confini del comune salvo autorizzazione da parte del giudice. Older Tescari è libero. L’imprenditore e presidente della Biellese, 69 anni, è stato scarcerato ieri mattina, dopo quindici giorni esatti di detenzione. Il Tribunale della libertà di Torino, ha infatti accolto il ricorso presentato dai difensori di Tescari, gli avvocati Domenico Duso e Stefano Monteleone, che avevano chiesto per il loro assistito una misura cautelare meno afflittiva. I giudici del riesame hanno concesso all’indagato l’obbligo di dimora nel comune di Cossato. L’imprenditore, che è accusato di violenza in famiglia, abiterà a casa di una nipote e non potrà superare i confini del comune salvo autorizzazione da parte del giudice. Ad aspettare Tescari fuori cal carcere, ieri mattina intorno a mezzogiorno meno un quarto, c’erano il fratello e i suoi legali, entrambi soddisfatti per il risultato ottenuto. «Quello che ci attende non sarà un processo facile – ammette l’avvocato Duso -, ma ritengo che lo si possa affrontare con serenità e fiducia nei confronti della magistratura, nella consapevolezza che sarà fatto il possibile per ottenere l’accertamento della verità».
Nonostante abbiano accolto il ricorso della difesa ritenendo che non sussistano più le esigenze cautelari, i giudici torinesi hanno nella sostanza confermato il quadro indiziario che ha portato la Procura di Biella a chiedere l’arresto dell’imprenditore e il giudice a concederlo.
Nel frattempo le indagini condotte dai carabinieri della sezione di Polizia giudiziaria della Procura, non sono ancora concluse. Continuano infatti a sfilare i testimoni di questo caso, compresi tutti i dipendenti della ditta tessile gestita da Tescari e dai figli.

13 maggio 2010

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità