Altro

Teppisti causano danni per 40 mila euro ai muri di Sordevolo

Altro 01 Aprile 2009 ore 21:56
I muri di Sordevolo
imbrattati con lo spray

In azione gli pseudo write dell'orrido: 15 denunciati
(12 sono minorenni), danni per più di 40 mila euro
 
 

(10 mar) La notte brava di quindici ragazzi si era conclusa con danni per 40 mila euro. Erano stati imbrattati con vernice spray, per lo più nera, vecchi muri di cinta, sportelli di contatori dell’acqua e del gas, pareti di abitazioni (nella foto un esempio). Il risveglio, trascorsa la notte di Halloween, fra il 31 ottobre e il 1° novembre scorsi, non era stato dei migliori per gli abitanti di Sordevolo che si erano trovati di fronte a quel notevole danno per la collettività. Erano passati gli pseudo writer dell’orrido, del pacchiano, contrapposti in tutto e per tutto alla manifestazione sociale, culturale e artistica su cui fonda le proprie radici il vero e così raro graffitismo. I carabinieri di Sordevolo, Occhieppo e Netro, non ci avevano messo molto a risalire ai responsabili di quel disastro. Era emersa la possibilità che la faccenda potesse risolversi con il risarcimento del danno. Ma quando la stima aveva raggiunto una cifra più che ragguardevole, si erano tutti tirati indietro. Sono così partite le denunce da parte dei proprietari delle abitazioni danneggiate.
 

I muri di Sordevolo
imbrattati di vernice
In azione gli pseudo write dell'orrido: 15 denunciati
(12 sono minorenni), danni per più di 40 mila euro
 



(10 mar) La notte brava di quindici ragazzi si era conclusa con danni per 40 mila euro. Erano stati imbrattati con vernice spray, per lo più nera, vecchi muri di cinta, sportelli di contatori dell’acqua e del gas, pareti di abitazioni (nella foto un esempio). Il risveglio, trascorsa la notte di Halloween, fra il 31 ottobre e il 1° novembre scorsi, non era stato dei migliori per gli abitanti di Sordevolo che si erano trovati di fronte a quel notevole danno per la collettività. Erano passati gli pseudo writer dell’orrido, del pacchiano, contrapposti in tutto e per tutto alla manifestazione sociale, culturale e artistica su cui fonda le proprie radici il vero e così raro graffitismo. I carabinieri di Sordevolo, Occhieppo e Netro, non ci avevano messo molto a risalire ai responsabili di quel disastro. Era emersa la possibilità che la faccenda potesse risolversi con il risarcimento del danno. Ma quando la stima aveva raggiunto una cifra più che ragguardevole, si erano tutti tirati indietro. Sono così partite le denunce da parte dei proprietari delle abitazioni danneggiate.
Al Tribunale per i minorenni di Torino, i carabinieri hanno denunciato dodici ragazzi di età compresa tra i 15 e i 17 anni. Alla Procura della Repubblica di Biella, invece, sono stati segnalati tre maggiorenni, due di 19 anni e uno di venti. Risiedono in vari paesi: Pollone, Tollegno, Crosa, Castelletto Cervo, Mongrando, Zumaglia, Occhieppo Superiore. Sono tutti accusati di deturpamento, danneggiamento e imbrattamento di cose altrui. Le prime scritte sono state effettuate nei pressi del Lanificio di Sordevolo (che ha avuto imbrattati tutti i muri di cinta) e sono proseguite lungo l’intera via Camillo Vercellone.
Incredibile a dirsi, due dei denunciati erano già finiti nei guai a novembre di due anni e mezzo fa per un episodio analogo. In compagnia di altri sette coetanei, avevano provocato danni per circa trentamila euro all’interno delle “Officine 3B macchine tessili di cantone Valle a Castelletto Cervo. Erano entrati nel capannone dopo aver forzato una porta laterale. Avevano quindi danneggiato arredi, pareti e controsoffitti in gesso. Avevano mandato in mille pezzi le vetrate con delle pietre, rovesciato scatoloni contenenti materiale vario, scaricato tutti gli estintori e imbrattato ogni cosa con vernice spray.
v.ca.

10 marzo 2009

 

Seguici sui nostri canali