«Tariffa puntuale in tutto il Biellese»

«Tariffa puntuale in tutto il Biellese»
Altro 22 Ottobre 2015 ore 18:34

BIELLA – Quella di Biella diventerà la prima provincia piemontese ad adottare in tutto il territorio la tariffa puntuale per la raccolta rifiuti. L’iniziativa arriva da Seab e segue le ultime tendenze del settore, come dimostrato dalla regione Emilia Romagna che ha chiesto a tutti i comuni di passare al nuovo sistema di raccolta. «Il Biellese è in questo ambito già molto avanti – spiega l’amministratore delegato di Seab Silvio Belletti – con Cossato che ha fatto da apripista, Biella e Gaglianico in procinto di partire con il nuovo anno e tutta una serie di altri comuni come Andorno che ci hanno chiesto di poter fare lo stesso».
Le soluzioni tecniche adottate nel Biellese (calotte a Cossato, pesatura per utenze non domestiche e condomini a Biella, pesatura totale a Gaglianico) sono inoltre così innovative da aver attirato l’attenzione a livello nazionale. Seab è infatti stata invitata a portare l’esperienzadi Cossato a un convegno che si terrà a Ecomondo, la principale rassegna italiana dedicata all’ambiente. Silvio Belletti in rappresentanza della società sarà tra i protagonisti dell’incontro sul tema “Non importa come purchè si misuri… e si controlli”, in programma giovedì 5 novembre, insieme alle più innovative realtà nazionali come Area Spa e Cmw Servizi spa di Ferrara, Contarina spa di Treviso, Formula Ambiente srl (che opera a Cesena e in Sardegna). «La dimostrazione di come a volte quello che si riesce a realizzare è più apprezzato fuori che a casa propria – commenta Belletti – Il Biellese sta raggiungendo un livello che ci permette di progettare un futuro prossimo in cui tutte le amministrazioni facciano ricorso alla puntuale, il che porterebbe a una drastica riduzione dei conferimenti in discarica e a un generale abbattimento dei costi». Poi Belletti aggiunge: «E’ ora che Seab cresca. L’idea di mettere sul mercato il 40 per cento della società per poter espandere il bacino su cui operiamo deve essere analizzata attentamente. Perché il nostro gioiellino, se rimane negli ambiti provinciali, è destinato a morire».

Enzo Panelli

BIELLA – Quella di Biella diventerà la prima provincia piemontese ad adottare in tutto il territorio la tariffa puntuale per la raccolta rifiuti. L’iniziativa arriva da Seab e segue le ultime tendenze del settore, come dimostrato dalla regione Emilia Romagna che ha chiesto a tutti i comuni di passare al nuovo sistema di raccolta. «Il Biellese è in questo ambito già molto avanti – spiega l’amministratore delegato di Seab Silvio Belletti – con Cossato che ha fatto da apripista, Biella e Gaglianico in procinto di partire con il nuovo anno e tutta una serie di altri comuni come Andorno che ci hanno chiesto di poter fare lo stesso».
Le soluzioni tecniche adottate nel Biellese (calotte a Cossato, pesatura per utenze non domestiche e condomini a Biella, pesatura totale a Gaglianico) sono inoltre così innovative da aver attirato l’attenzione a livello nazionale. Seab è infatti stata invitata a portare l’esperienzadi Cossato a un convegno che si terrà a Ecomondo, la principale rassegna italiana dedicata all’ambiente. Silvio Belletti in rappresentanza della società sarà tra i protagonisti dell’incontro sul tema “Non importa come purchè si misuri… e si controlli”, in programma giovedì 5 novembre, insieme alle più innovative realtà nazionali come Area Spa e Cmw Servizi spa di Ferrara, Contarina spa di Treviso, Formula Ambiente srl (che opera a Cesena e in Sardegna). «La dimostrazione di come a volte quello che si riesce a realizzare è più apprezzato fuori che a casa propria – commenta Belletti – Il Biellese sta raggiungendo un livello che ci permette di progettare un futuro prossimo in cui tutte le amministrazioni facciano ricorso alla puntuale, il che porterebbe a una drastica riduzione dei conferimenti in discarica e a un generale abbattimento dei costi». Poi Belletti aggiunge: «E’ ora che Seab cresca. L’idea di mettere sul mercato il 40 per cento della società per poter espandere il bacino su cui operiamo deve essere analizzata attentamente. Perché il nostro gioiellino, se rimane negli ambiti provinciali, è destinato a morire».

Enzo Panelli

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli