Altro

Superiori, parte il toto-presidi

Superiori, parte il toto-presidi
Altro Biella Città, 29 Luglio 2014 ore 11:27

E’ partito il toto presidi per il prossimo anno scolastico. A scatenare il valzer delle cattedre è principalmente il pensionamento di David Coen Sacerdotti che lascerà scoperto l’incarico al liceo Scientifico a partire dal 31 agosto prossimo, anche se gestirà ancora i cosiddetti esami di riparazione che si terranno i primi giorni di settembre.

 Le nomine, che dovevano arrivare lo scorso 21 luglio, tardano, segno evidente che a Torino qualche problemino da risolvere c’è. Il Piemonte deve ancora procedere alle “promozioni” dei presidi che si erano aggiudicati il concorso di tre anni fa circa, ma in assenza del via libera del Ministero tutto l’iter appare rallentato. Da qui i ritardi, consistenti, nelle nomine dei nuovi dirigenti scolastici. Anche se un toto presidi è già partito da tempo.

Allo Scientifico, al posto di David Coen Sacerdotti, potrebbe finirci l’ex sindaco di Biella Dino Gentile che potrebbe così lasciare libero l’incarico all’istituto San Francesco. E’ da anni che si vocifera di un eventuale passaggio di Gentile nell’istituto superiore di via Galimberti, ma quest’anno le possibilità appaiono molto più concrete.

Iti e Agrario.  Altro discorso importante quello legato ai dirigenti di Iti e Agrario-Geometri. Attualmente entrambi gli istituti sono guidati dal preside Cesare Molinari, ma la crescita di iscritti all’Agrario-Geometri-Ipsia ha ridato autonomia a questo istituto. Molinari, da sempre molto legato a questa realtà, pare ora orientato a decidere di ricoprire esclusivamente questo ruolo, lasciando dunque scoperta la presidenza dell’Iti. Per questa potrebbe esserci un ritorno nel Biellese di Alessandra Bongianino, già preside dell’Ipsia. Potrebbe essere lei a ricoprire l’incarico lasciato vacante da Molinari.

Altra novità pare essere quella dell’addio all’Alberghiero di Antonello Papa che potrebbe essere il prossimo dirigente scolastico delle elementari e delle medie di Candelo Sandigliano. Anche questo incarico sarà vacante visto il pensionamento di Massimo Peraldo. Il valzer è dunque iniziato e per le nomine definitive è probabile che si debba attendere questa settimana. Sempre che l’ufficio scolastico regionale riesca a risolvere tutti i problemi legati alle nomine dei nuovi presidi.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter