Menu
Cerca

Stop ai maltrattamenti e agli abusi

Stop ai maltrattamenti e agli abusi
Altro 04 Febbraio 2016 ore 21:36

BIELLA - Paviol, percorsi antiviolenza onlus e Rotary International dicono “stop” alla violenza. Per questo hanno deciso di offrire sostegno psicologico gratuito alle vittime di maltrattamenti e abusi, nonché prevenzione nelle scuole dell’infanzia. Perché, come dice lo slogan del progetto: «uscire dalla violenza si può». 

L’iniziativa. E’ stata avviata nel 2015 e terminerà a giugno di quest’anno. A presentarla, martedì pomeriggio, sono stati la presidente di Paviol, Simona Ramella Paia, e i rappresentanti dei Rotary club di Biella, Carlo Boccaccino e Giancarlo Macchetto, di Valle Mosso, Pier Giacomo Borsetti, e della Valsesia, Gianfranco Peretti.

Le vittime di violenza. Il progetto offre un sostegno psicologico gratuito fino a un massimo di 20 incontri  per le vittime di violenza, che siano adulti o  bambini: «Lo scorso anno abbiamo aiutato otto persone, quest’anno ne sosterremo altre 14 - spiega Ramella Paia -. Saranno seguite da psicologi professionisti». I consulti avverranno all’interno dei vari studi privati degli psicologi: «Abbiamo pensato - spiega Ramella Paia - che gli utenti potessero trovarsi più a proprio agio recandosi in uno studio privato piuttosto che in un vero e proprio centro antiviolenza». 

Chiedere aiuto. Basta contattare telefonicamente il numero di Paviol, 3451486091, che è attivo 7 giorni su 7. «La persona che necessita di aiuto - spiega Ramella Paia - verrà affidata ad una terapeuta dell’associazione che, dopo i primi tre incontri, valuterà se prendere in carico la richiesta d’aiuto. Il percorso terapeutico proseguirà fino a un massimo di 20 colloqui e successivamente si valuterà se inserire la persona in un gruppo di terapia».

Shama Ciocchetti

BIELLA - Paviol, percorsi antiviolenza onlus e Rotary International dicono “stop” alla violenza. Per questo hanno deciso di offrire sostegno psicologico gratuito alle vittime di maltrattamenti e abusi, nonché prevenzione nelle scuole dell’infanzia. Perché, come dice lo slogan del progetto: «uscire dalla violenza si può». 

L’iniziativa. E’ stata avviata nel 2015 e terminerà a giugno di quest’anno. A presentarla, martedì pomeriggio, sono stati la presidente di Paviol, Simona Ramella Paia, e i rappresentanti dei Rotary club di Biella, Carlo Boccaccino e Giancarlo Macchetto, di Valle Mosso, Pier Giacomo Borsetti, e della Valsesia, Gianfranco Peretti.

Le vittime di violenza. Il progetto offre un sostegno psicologico gratuito fino a un massimo di 20 incontri  per le vittime di violenza, che siano adulti o  bambini: «Lo scorso anno abbiamo aiutato otto persone, quest’anno ne sosterremo altre 14 - spiega Ramella Paia -. Saranno seguite da psicologi professionisti». I consulti avverranno all’interno dei vari studi privati degli psicologi: «Abbiamo pensato - spiega Ramella Paia - che gli utenti potessero trovarsi più a proprio agio recandosi in uno studio privato piuttosto che in un vero e proprio centro antiviolenza». 

Chiedere aiuto. Basta contattare telefonicamente il numero di Paviol, 3451486091, che è attivo 7 giorni su 7. «La persona che necessita di aiuto - spiega Ramella Paia - verrà affidata ad una terapeuta dell’associazione che, dopo i primi tre incontri, valuterà se prendere in carico la richiesta d’aiuto. Il percorso terapeutico proseguirà fino a un massimo di 20 colloqui e successivamente si valuterà se inserire la persona in un gruppo di terapia».

Shama Ciocchetti