Soldi per chi viene a vivere a Biella

Soldi per chi viene a vivere a Biella
15 Dicembre 2017 ore 12:15

BIELLA – Non ci sarà nessuna riduzione dell’addizionale Irpef comunale per il 2018, ma le novità, legate al bilancio che andrà in discussione nel prossimo consiglio comunale, sono parecchie. A raccontarle è l’assessore competente, Giorgio Gaido, che illustra le principali novità del documento economico. «La nostra intenzione era quella di ritoccare al ribasso l’addizionale Irpef – sottolinea Gaido – ma le simulazioni ci hanno convinto a non procedere in questa direzione. Avevamo, infatti, un risparmio di pochi euro a persona e questo ci ha fatto pensare a una soluzione alternativa che rappresenta il vero e proprio nuovo corso del bilancio comunale del prossimo anno». Il tutto parte dall’analisi demografica della città, che continua a perdere abitanti. «Crediamo fortemente che – sottolinea Gaido – sia importante avere maggiore attrattività e portare più gente a vivere nella nostra città». 

Mosso da questo tipo di obiettivo, l’assessore al bilancio del Comune di Biella, in accordo con gli altri membri della giunta, e con il sindaco Marco Cavicchioli, ha pensato di destinare i fondi in un’altra maniera. «Abbiamo pensato di creare un fondo speciale – annuncia Gaido – di 132mila euro all’anno per tre anni, per elargire contributi a chi deciderà di venire a vivere a Biella. Al momento il progetto è ancora in fase di studio, in uno stadio embrionale, insomma. Ma la nostra intenzione è di destinare, probabilmente con un bando pubblico, un contributo che non rappresenta la classica pacca sulla spalla, ma che si concretizza con un finanziamento importante a vantaggio di chi sceglierà di venire a vivere a Biella».

Enzo Panelli
Leggi di più sull’Eco di Biella in edicola 

BIELLA – Non ci sarà nessuna riduzione dell’addizionale Irpef comunale per il 2018, ma le novità, legate al bilancio che andrà in discussione nel prossimo consiglio comunale, sono parecchie. A raccontarle è l’assessore competente, Giorgio Gaido, che illustra le principali novità del documento economico. «La nostra intenzione era quella di ritoccare al ribasso l’addizionale Irpef – sottolinea Gaido – ma le simulazioni ci hanno convinto a non procedere in questa direzione. Avevamo, infatti, un risparmio di pochi euro a persona e questo ci ha fatto pensare a una soluzione alternativa che rappresenta il vero e proprio nuovo corso del bilancio comunale del prossimo anno». Il tutto parte dall’analisi demografica della città, che continua a perdere abitanti. «Crediamo fortemente che – sottolinea Gaido – sia importante avere maggiore attrattività e portare più gente a vivere nella nostra città». 

Mosso da questo tipo di obiettivo, l’assessore al bilancio del Comune di Biella, in accordo con gli altri membri della giunta, e con il sindaco Marco Cavicchioli, ha pensato di destinare i fondi in un’altra maniera. «Abbiamo pensato di creare un fondo speciale – annuncia Gaido – di 132mila euro all’anno per tre anni, per elargire contributi a chi deciderà di venire a vivere a Biella. Al momento il progetto è ancora in fase di studio, in uno stadio embrionale, insomma. Ma la nostra intenzione è di destinare, probabilmente con un bando pubblico, un contributo che non rappresenta la classica pacca sulla spalla, ma che si concretizza con un finanziamento importante a vantaggio di chi sceglierà di venire a vivere a Biella».

Enzo Panelli
Leggi di più sull’Eco di Biella in edicola 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità