soccorso in acqua

Soccorso acquatico dei vigili del fuoco al Lago di Viverone

Messe in pratica problematiche del soccorso in acqua simulando scenari possibili per liberare infortunati coinvolti in scuffiate (ribaltamenti) dei natanti

Soccorso acquatico dei vigili del fuoco al Lago di Viverone
Basso Biellese, 25 Giugno 2020 ore 12:03

Ieri, mercoledì 24 giugno si è svolta al lago di Viverone l’esercitazione del settore specialistico Soccorso Acquatico dei Vigili del Fuoco di Biella.
Un team di soccorritori preparati al soccorso acquatico che fanno parte quotidianamente delle squadre di partenza terrestri e che ogni giorno svolgono l’attività operativa in città e Provincia.
E’ stata programmata un’esercitazione nelle acque ferme del lago tra il gruppo di soccorritori dei Vigili del Fuoco in collaborazione con il Circolo Nautico Torino e lo staff tecnico messo a disposizione dall’organizzazione.
Sono state evidenziate e messe in pratica le problematiche del soccorso in acqua simulando scenari possibili in cui il personale VV.F. potrebbe trovarsi ad operare per liberare infortunati coinvolti in scuffiate (ribaltamenti) dei natanti causati da improvvisi cambiamenti delle condizioni meteorologiche.
Determinante per la riuscita dell’intervento è l’uso della moto d’acqua e due soccorritori a bordo che con manovre conoscenze tecniche in ambiente acquatico consentono il recupero, la sicurezza per gli infortunati e gli operatori.
Spesso, il contributo che il personale specialistico può dare in casi particolari è determinante quando la squadra chiamata a svolgere il soccorso tecnico urgente, cui esclusivamente il Corpo Nazionale VV.F. può svolgere, ha tra i suoi componenti anche operatori con particolari abilitazioni operative come S.A.F. (speleo.alpino,fluviale), S.A. (soccorritori acquatici) e Conduttori Nautici.
Il periodo estivo tuttavia è alle porte e da sempre costellato da richieste di soccorso in vari ambienti acquatici (torrenti, laghi, forre ecc.) e l’occasione dell’addestramento è favorevole al mantenimento delle abilitazioni acquisite per una risposta professionale e qualificata in caso di necessità.
Al termine delle fasi di lavoro operativo è necessario per tutti gli operatori valutare direttamente l’esercitazione e individuarne i momenti di criticità.

4 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno