Sicurezza stradale, nuovo progetto al vaglio del Consiglio comunale

Sicurezza stradale, nuovo progetto al vaglio del Consiglio comunale
Altro 21 Marzo 2017 ore 11:44

BIELLA - Oggi martedì 21 marzo è convocato a Palazzo Oropa il Consiglio comunale. Al vaglio dell'assemblea anche una variazione di bilancio che riguarda un progetto per la sicurezza sulle strade cittadine. L’intenzione è di mettere a disposizione 125mila euro da investire su un piano che munisca polizia municipale e forze dell’ordine di strumenti migliori per controllare il territorio urbano, sia per la sicurezza dei cittadini sia per la prevenzione di incidenti ad auto, ciclisti e pedoni.

Sono molteplici i campi di intervento immaginati nella bozza preparata dal comando della polizia municipale. Si comincia dall’installazione di un sistema di videosorveglianza che non si occupi solo del controllo della circolazione stradale ma anche di prevenzione sul fronte dell’ordine pubblico, garantendo immagini in tempo reale e di qualità sufficiente in aree sensibili come i giardini Zumaglini o la stazione San Paolo. Nuove telecamere serviranno anche a monitorare gli accessi alla zona a traffico limitato, coprendoli tutti ed eliminando i difetti di funzionamento che ora costringono gli agenti a un doppio lavoro per eliminare i casi di “falso positivo”. Interviene su efficienza e risparmio di tempo anche l’ipotesi di acquisto di un programma apposito per la rilevazione degli incidenti stradali, che impegna la polizia municipale per 250 casi ogni anno. Sempre sulla sicurezza stradale si ipotizza l’acquisto di dodici “armadi dissuasori” (le “scatole” arancioni fisse per ospitare autovelox) da installare sulle strade urbane più a rischio, insieme a un misuratore di velocità portatile da installare a turno in uno degli armadi stessi che, anche da “vuoti”, possono fungere come deterrente contro gli eccessi pericolosi. Per stabilire quali siano le strade non solo più pericolose ma anche a più alta densità di transito di auto, è previsto l’acquisto di un conta traffico, che fornisca i dati su cui basare eventuali nuovi interventi di disciplina della circolazione.

A questi fondi, secondo l’obiettivo preannunciato da sindaco e assessori nelle prime due giunte nei quartieri, sindaco e assessori stanno pensando di aggiungere uno stanziamento di pari entità che servirà anche al rifacimento della segnaletica orizzontale, in particolare per rendere più visibili le strisce pedonali.

BIELLA - Oggi martedì 21 marzo è convocato a Palazzo Oropa il Consiglio comunale. Al vaglio dell'assemblea anche una variazione di bilancio che riguarda un progetto per la sicurezza sulle strade cittadine. L’intenzione è di mettere a disposizione 125mila euro da investire su un piano che munisca polizia municipale e forze dell’ordine di strumenti migliori per controllare il territorio urbano, sia per la sicurezza dei cittadini sia per la prevenzione di incidenti ad auto, ciclisti e pedoni.

Sono molteplici i campi di intervento immaginati nella bozza preparata dal comando della polizia municipale. Si comincia dall’installazione di un sistema di videosorveglianza che non si occupi solo del controllo della circolazione stradale ma anche di prevenzione sul fronte dell’ordine pubblico, garantendo immagini in tempo reale e di qualità sufficiente in aree sensibili come i giardini Zumaglini o la stazione San Paolo. Nuove telecamere serviranno anche a monitorare gli accessi alla zona a traffico limitato, coprendoli tutti ed eliminando i difetti di funzionamento che ora costringono gli agenti a un doppio lavoro per eliminare i casi di “falso positivo”. Interviene su efficienza e risparmio di tempo anche l’ipotesi di acquisto di un programma apposito per la rilevazione degli incidenti stradali, che impegna la polizia municipale per 250 casi ogni anno. Sempre sulla sicurezza stradale si ipotizza l’acquisto di dodici “armadi dissuasori” (le “scatole” arancioni fisse per ospitare autovelox) da installare sulle strade urbane più a rischio, insieme a un misuratore di velocità portatile da installare a turno in uno degli armadi stessi che, anche da “vuoti”, possono fungere come deterrente contro gli eccessi pericolosi. Per stabilire quali siano le strade non solo più pericolose ma anche a più alta densità di transito di auto, è previsto l’acquisto di un conta traffico, che fornisca i dati su cui basare eventuali nuovi interventi di disciplina della circolazione.

A questi fondi, secondo l’obiettivo preannunciato da sindaco e assessori nelle prime due giunte nei quartieri, sindaco e assessori stanno pensando di aggiungere uno stanziamento di pari entità che servirà anche al rifacimento della segnaletica orizzontale, in particolare per rendere più visibili le strisce pedonali.