Sicurezza, «più controlli dei vigili»

Sicurezza, «più controlli dei vigili»
06 Luglio 2017 ore 19:09

BIELLA –  Il tema della sicurezza rimane in cima alla lista delle priorità per i consiglieri comunali Andrea Delmastro e Giacomo Moscarola. Che rilanciano sul tema della presenza di questuanti e parcheggiatori abusivi nell’area del mercato di piazza Falcone. E lo fanno con una mozione in cui invitano il sindaco a inviare gli agenti della Polizia locale per i controlli. «Le ordinanze del Comune di Biella contro i bivacchi e l’accattonaggio molesto sono ormai scadute e non sono state rinnovate – scrivono nel documento i due consiglieri -. Il Governo Italiano, per il tramite del Ministro Minniti, sta tentando di dare una risposta, seppur parziale, alle richieste dei sindaci che intendono tutelare con maggiore incisività le esigenze di sicurezza e ordine dei loro cittadini. In particolar modo in tema di sicurezza urbana il Decreto Legge si pone l’obiettivo di prevenire la criminalità, in particolare di tipo predatorio e di promuovere il rispetto della legalità;  nello specifico le ordinanze del sindaco possono intervenire per prevenire, contrastare e reprimere lo spaccio di stupefacenti, lo sfruttamento della prostituzione, l’accattonaggio, l’occupazione di spazi pubblici e la violenza quotidiana legata all’uso di sostanze stupefacenti o all’abuso di alcool». Poi Delmastro e Moscarola aggiungono: «Recentemente è assurta agli onori della cronaca la situazione del mercato di Biella, ormai trasformato quasi in suk, da turme di immigrati dediti all’accattonaggio molesto; in particolar modo ambulanti e cittadini hanno denunciato tale situazione ormai intollerabile.  Allo stesso modo non è ancora stato risolto l’annoso problema della sicurezza, del decoro, dell’ordine pubblico e della igiene ai Giardini Zumaglini di Biella e all’ingresso di vari supermercati biellesi ed in particolar modo di Esselunga posta proprio di fronte ai Giardini Zumaglini. Vi è il più che fondato timore che, dietro alle attività di accattonaggio molesto, proprio per le modalità con cui si consuma, vi sia una organizzazione con capi capaci di emanare precise direttive che vengono, per via di una piramidale catena di comando, eseguite puntualmente e che prevedono, fra l’altro, una rigida divisione del territorio e dei posti». 
Proprio per le ragioni fatte in premessa, i due consiglieri con il documento presentato impegnano il sindaco «a rinnovare le ordinanza scadute contro i bivacchi nei giardini cittadini ed in particolar modo nei Giardini Zumaglini, prevedendo anche la possibilità dell’allontanamento dal Comune di Biella per i trasgressori. A emettere apposita ordinanza contro l’accattonaggio molesto fuori dai supermercati e nelle zone limitrofe al Mercato di Biella di Piazza Falcone, prevedendo anche in questo caso l’allontanamento coatto per i trasgressori, a prevedere una turnazione precisa dei Vigili Urbani di Biella affinchè si assicuri, unitamente alle Forze dell’Ordine, di dare piena attuazione alle predette ordinanze e a sanzionare i posteggiatori abusivi presenti sul suolo del Comune di Biella tramite sequestro dei proventi come prescritto dal Codice della Strada attualmente vigente». 
Enzo Panelli

BIELLA –  Il tema della sicurezza rimane in cima alla lista delle priorità per i consiglieri comunali Andrea Delmastro e Giacomo Moscarola. Che rilanciano sul tema della presenza di questuanti e parcheggiatori abusivi nell’area del mercato di piazza Falcone. E lo fanno con una mozione in cui invitano il sindaco a inviare gli agenti della Polizia locale per i controlli. «Le ordinanze del Comune di Biella contro i bivacchi e l’accattonaggio molesto sono ormai scadute e non sono state rinnovate – scrivono nel documento i due consiglieri -. Il Governo Italiano, per il tramite del Ministro Minniti, sta tentando di dare una risposta, seppur parziale, alle richieste dei sindaci che intendono tutelare con maggiore incisività le esigenze di sicurezza e ordine dei loro cittadini. In particolar modo in tema di sicurezza urbana il Decreto Legge si pone l’obiettivo di prevenire la criminalità, in particolare di tipo predatorio e di promuovere il rispetto della legalità;  nello specifico le ordinanze del sindaco possono intervenire per prevenire, contrastare e reprimere lo spaccio di stupefacenti, lo sfruttamento della prostituzione, l’accattonaggio, l’occupazione di spazi pubblici e la violenza quotidiana legata all’uso di sostanze stupefacenti o all’abuso di alcool». Poi Delmastro e Moscarola aggiungono: «Recentemente è assurta agli onori della cronaca la situazione del mercato di Biella, ormai trasformato quasi in suk, da turme di immigrati dediti all’accattonaggio molesto; in particolar modo ambulanti e cittadini hanno denunciato tale situazione ormai intollerabile.  Allo stesso modo non è ancora stato risolto l’annoso problema della sicurezza, del decoro, dell’ordine pubblico e della igiene ai Giardini Zumaglini di Biella e all’ingresso di vari supermercati biellesi ed in particolar modo di Esselunga posta proprio di fronte ai Giardini Zumaglini. Vi è il più che fondato timore che, dietro alle attività di accattonaggio molesto, proprio per le modalità con cui si consuma, vi sia una organizzazione con capi capaci di emanare precise direttive che vengono, per via di una piramidale catena di comando, eseguite puntualmente e che prevedono, fra l’altro, una rigida divisione del territorio e dei posti». 
Proprio per le ragioni fatte in premessa, i due consiglieri con il documento presentato impegnano il sindaco «a rinnovare le ordinanza scadute contro i bivacchi nei giardini cittadini ed in particolar modo nei Giardini Zumaglini, prevedendo anche la possibilità dell’allontanamento dal Comune di Biella per i trasgressori. A emettere apposita ordinanza contro l’accattonaggio molesto fuori dai supermercati e nelle zone limitrofe al Mercato di Biella di Piazza Falcone, prevedendo anche in questo caso l’allontanamento coatto per i trasgressori, a prevedere una turnazione precisa dei Vigili Urbani di Biella affinchè si assicuri, unitamente alle Forze dell’Ordine, di dare piena attuazione alle predette ordinanze e a sanzionare i posteggiatori abusivi presenti sul suolo del Comune di Biella tramite sequestro dei proventi come prescritto dal Codice della Strada attualmente vigente». 
Enzo Panelli

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità