Altro

Si dà fuoco in ospedale: è grave

Si dà fuoco in ospedale: è grave
Altro 21 Giugno 2012 ore 17:37

Arrivato al pronto soccorso ubriaco, è stato trattenuto in una delle camerette in dotazione al reparto. Ma appena è rimasto solo, ha estratto l'accendino per bruciare le garze che lo tenevano legato. E si è dato fuoco. Così, dalla scorsa notte, un uomo  44 anni di Biella, è stato ricoverato alle Molinette di Torino per ustioni diffuse su tutto il corpo.  Le sue condizioni sono molto gravi.

L'uomo era stato ricoverato per ubriachezza. Gli era già accaduto altre volte. Le sue reazioni e il suo modo di fare, tra i sanitari del Pronto soccorso, erano quindi arci noti. E' inoltre un paziente di tipo psichiatrico e in altre occasioni era stato in cura per problemi del genere, legati al disagio sociale. Proprio per evitare che si provocasse delle lesioni da solo, sarebbe stato legato al lettino con delle garze giusto il tempo di farlo tranquillizzare. Ma il paziente è invece riuscito a raggiungere l'accendito che aveva in tasca e l'ha acceso per bruciare le garze che lo trattenevano al letto. Le fiamme hanno trovato facile presa nelle fasce, nelle lenzuola e negli abiti dell'uomo che in breve si è trasformato in una torcia umana. I soccorritori sono poi riusciti a spegnere le fiamme anche con l'aiuto degli estintori a polvere.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter