‘Shot Gun’, motociclisti con le stellette

‘Shot Gun’, motociclisti con le stellette
Altro 16 Dicembre 2016 ore 19:54

BIELLA - Nulla a che vedere con le gang di biker fuorilegge che scorrazzano lungo le infinite strade degli States. Semmai il contrario. Sono motociclisti, sfrecciano uniti sui loro bolidi customizzati. Sono spessi, nel senso di spalle larghe, con lo sguardo fiero e l’immancabile giubbotto di pelle. L’attività delle gang di motociclisti, negli Stati Uniti, sono uscite da tempo dal romanticismo dei film, dal “Selvaggio” (con un indimenticabile Marlon Brando) in avanti. Loro, positivi biker con le stellette, quel romanticismo lo vogliono riportare in auge.

Sono i motociclisti del gruppo “Shot Gun”, un’organizzazione (lecita e no profit) composta nella maggior parte da uomini delle Forze dell’ordine in servizio o in pensione, aperta, altresì, ad appartenenti delle Forze armate e dei Corpi paramilitari, nonchè ai sostenitori e simpatizzanti dei vari corpi di polizia, tutti accomunati dalla passione per le motociclette customizzate. Il chapter presente a Biella è denominato: “Ursis Biella”, gli orsi di Biella.

I vari gruppi degli “Shot Gun” (gruppo motociclistico delle forze dell’ordine), partecipano ad eventi e manifestazioni per la raccolta “autorizzata” di fondi da destinare in beneficenza, «senza essere affiliati o sponsorizzati da alcuna associazione - spiega il portavoce biellese, Walter Della Ragione della Polizia penitenziaria - evitando di assumere pubblici atteggiamenti caritatevoli, perché propendiamo per il  “fai del bene e scordatene”. Non si discrimina nessuno per etnia, religione o sesso. “Shot Gun” abbraccia tre principi fondamentali e semplici: dedizione alla famiglia, al lavoro ed al club...».

Partendo dal presupposto che il gruppo è per lo più composto da appartenenti alle forze dell’ordine, è ovvio come - come rimarca in sintesi il portavoce - «non cerca conflitti, né interferisce con altri club, perché rispetta la libertà di tutti. Una regola fondamentale di vita vissuta su strada insegna a “conoscere e rispettare l’uomo, prima del gilet che egli indossa”.

Tra le prime uscite del gruppo biellese, è da rimarcare la presenza sabato scorso all’inaugurazione della nuova Struttura “Spazio Lilt” di via Ivrea. Gli “Shot Gun” sono stati accolti dalla responsabile Eventi e Volontari, Gabriella Sinigaglia. Hanno quindi visitato la struttura, hanno salutato tutto lo staff e, in particolare, il Presidente Mauro Valentini, il vice presidente Daniele Alberici Mancini, i vari consiglieri e il segretario, Lorenzo Vercellotti. I motociclisti sono stati altresì accolti da presidente Rita Levis e vice presidente, Michela Grosso, del Collegio Ipsvi (albo professionale infermieri) nella loro nuova sede in Lilt con area di formazione e ufficio istituzionale.

Questo sabato, i componenti biellesi di “Shot Gun” saranno a mezzogiorno davanti a Bogart Clothing And barber Shop in Via Matteotti a Biella e, alle 14, si ritroveranno in piazza della Repubblica a Gaglianico per la manifestazione podistica “Un Kilometro per Telethon”. Sabato, infine, il gruppo si ritroverà all’Old West Saloon Biella per una festa privata a invito.

V.Ca.

BIELLA - Nulla a che vedere con le gang di biker fuorilegge che scorrazzano lungo le infinite strade degli States. Semmai il contrario. Sono motociclisti, sfrecciano uniti sui loro bolidi customizzati. Sono spessi, nel senso di spalle larghe, con lo sguardo fiero e l’immancabile giubbotto di pelle. L’attività delle gang di motociclisti, negli Stati Uniti, sono uscite da tempo dal romanticismo dei film, dal “Selvaggio” (con un indimenticabile Marlon Brando) in avanti. Loro, positivi biker con le stellette, quel romanticismo lo vogliono riportare in auge.

Sono i motociclisti del gruppo “Shot Gun”, un’organizzazione (lecita e no profit) composta nella maggior parte da uomini delle Forze dell’ordine in servizio o in pensione, aperta, altresì, ad appartenenti delle Forze armate e dei Corpi paramilitari, nonchè ai sostenitori e simpatizzanti dei vari corpi di polizia, tutti accomunati dalla passione per le motociclette customizzate. Il chapter presente a Biella è denominato: “Ursis Biella”, gli orsi di Biella.

I vari gruppi degli “Shot Gun” (gruppo motociclistico delle forze dell’ordine), partecipano ad eventi e manifestazioni per la raccolta “autorizzata” di fondi da destinare in beneficenza, «senza essere affiliati o sponsorizzati da alcuna associazione - spiega il portavoce biellese, Walter Della Ragione della Polizia penitenziaria - evitando di assumere pubblici atteggiamenti caritatevoli, perché propendiamo per il  “fai del bene e scordatene”. Non si discrimina nessuno per etnia, religione o sesso. “Shot Gun” abbraccia tre principi fondamentali e semplici: dedizione alla famiglia, al lavoro ed al club...».

Partendo dal presupposto che il gruppo è per lo più composto da appartenenti alle forze dell’ordine, è ovvio come - come rimarca in sintesi il portavoce - «non cerca conflitti, né interferisce con altri club, perché rispetta la libertà di tutti. Una regola fondamentale di vita vissuta su strada insegna a “conoscere e rispettare l’uomo, prima del gilet che egli indossa”.

Tra le prime uscite del gruppo biellese, è da rimarcare la presenza sabato scorso all’inaugurazione della nuova Struttura “Spazio Lilt” di via Ivrea. Gli “Shot Gun” sono stati accolti dalla responsabile Eventi e Volontari, Gabriella Sinigaglia. Hanno quindi visitato la struttura, hanno salutato tutto lo staff e, in particolare, il Presidente Mauro Valentini, il vice presidente Daniele Alberici Mancini, i vari consiglieri e il segretario, Lorenzo Vercellotti. I motociclisti sono stati altresì accolti da presidente Rita Levis e vice presidente, Michela Grosso, del Collegio Ipsvi (albo professionale infermieri) nella loro nuova sede in Lilt con area di formazione e ufficio istituzionale.

Questo sabato, i componenti biellesi di “Shot Gun” saranno a mezzogiorno davanti a Bogart Clothing And barber Shop in Via Matteotti a Biella e, alle 14, si ritroveranno in piazza della Repubblica a Gaglianico per la manifestazione podistica “Un Kilometro per Telethon”. Sabato, infine, il gruppo si ritroverà all’Old West Saloon Biella per una festa privata a invito.

V.Ca.