"Servizi senza aumenti"

Altro 03 Aprile 2012 ore 14:06

Conferenza stampa, venerdì, in municipio, dell’assessore comunale al bilancio Carlo Furno Marchese per illustrare il conto consuntivo 2011 del Comune, alla presenza del sindaco Claudio Corradino, del dirigente finanziario Clemente Comola e della responsabile del settore Piera Bori.

Il punto. «Nonostante la grave crisi globale, mi sento di dire - ha commentato l’assessore Carlo Furno Marchese - che sia stato raggiunto un buon risultato. Infatti, l’avanzo finanziario totale è stato di 520 mila euro; -  ha premesso - e  gli accertamenti in entrata sono stati del 91,27% e gli impegni di spesa del 95,93%. Il Comune, ad inizio mandato, era indebitato per 16.748.000 euro ed è ora sceso a 14.748.000, senza più contrarre alcun nuovo mutuo. L’attuale indebitamento del Comune di Cossato è dell’8% e noi speriamo di riuscirlo a portare, entro il prossimo 2014, al 4%».

In cassa. Carlo Furno Marchese ha poi dato notizia che il 31 dicembre scorso, il Comune aveva in cassa 2 milioni e 900 mila euro, la metà dei quali sono stati versati, per disposizione del governo, alla Banca d’Italia. «Per quanto riguarda i servizi a domanda individuale (mensa, scuolabus, pre e post orario, ndr) la copertura da parte degli utenti è del 24,50%, che sale al 32,32% con l’asilo nido. Su una spesa di 1.585.000 euro, i cittadini pagano appena 385 mila euro e la restante parte è a carico del Comune. Almeno per ora, tutte le tariffe resteranno invariate: infatti, verrà applicato soltanto l’adeguamento Istat, imposto dalla legge». «Il governo non fa altro che aumentare le tasse - ha tuonato il sindaco Claudio Corradino - e non mantiene le promesse. Non abbiamo fatto sprechi e messo le cose a posto senza penalizzare i servizi per i cittadini».