Altro

Seccesso per il Ratataplan ECCO TUTTE LE FOTO!

Seccesso per il Ratataplan<BR> ECCO TUTTE LE FOTO!
Altro Grande Biella, 18 Luglio 2012 ore 17:19

Grande successo di pubblico nel fine settimana per il “Ratataplan”, il festival internazionale di musica etnica, arte e teatro di strada. Nonostante la continua minaccia portata da un tempo atmosferico non molto favorevole (che ha costretto gli organizzatori a spostare tutti gli spettacoli nell’area attorno al palazzetto sportivo per mantenere gli spettacoli in un’area riparata) la seconda serata si è svolta tranquillamente, con spettacoli circensi e musicali che si sono conclusi solo in tarda serata.

Gli spettacoli. Dopo il seminario per gli artisti dal titolo “Le reti di creazione e sostegno transfrontaliere e quelle transnazionali in Europa” tenutosi il pomeriggio, la serata di sabato è stata aperta dallo spettacolo circense di “Dado Clown” e da quello dei “Circo Puntino” nello spettacolo “Effetto Caffeina”, vincitore del premio “Cantieri di strada 2012”.  Grande successo ha poi riscosso la replica dello spettacolo “Casa Dolce Casa” a cura di “Circo e Dintorni”, risultato finale del progetto transculturale Homeless, sostenuto dalla commissione europea. Davanti ad un pubblico numeroso che ha riempito ogni spazio del palazzetto dello sport acrobati, equilibristi, saltatori, giocolieri e clown provenienti dall’Italia e dall’est Europa (Polonia, Romania, Russia e Ungheria) hanno meravigliato e incantato le persone accorse con uno spettacolo di acrobazie ambientato in una discarica. “Un angolo poco ordinato di mondo per gli scarti della società: uomini e cose” si legge nella presentazione dello spettacolo. Circondati dai frastuoni della metropoli sopravvivono equilibristi e comici senza casa che si “accontentano” di avere come tetto il cielo mentre gli oggetti dimenticati ritornano a parlare».

Il cuore. Il clou della serata è arrivato solo quando ormai era già domenica... Verso mezzanotte, infatti, è iniziato lo spettacolo “Otto per mille”, nato dalla collaborazione fra i Trelilu e la Banda Osiris, esibizione comico musicale che ha unito la musica di genere popolare e dialettale del gruppo proveniente da Cuneo (come la seconda parte della “canzone della Bergera”) e la “musica alta” della Banda Osiris (come il catalogo dell’Ikea cantato su un’aria di Mozart).

Solidarietà. Non c’è stato spazio solo per le esibizioni e gli spettacoli, ma anche per solidarietà verso le zone terremotate. Durante tutta la manifestazione sono stati raccolti fondi che verranno destinati ai paesi di Cortile e San Martino Secchia, frazioni di Carpi in provincia di Modena. Inoltre, nel menù del ristorante del Ratataplan c’erano piatti a base di Parmigiano Reggiano proveniente dalle zone terremotate al fine di aiutare anche i produttori colpiti dal sisma.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter