Scuola, prima settimana senza prof

Scuola, prima settimana senza prof
Altro 05 Settembre 2015 ore 13:05

Una settimana, poi il disagio dovrebbe rientrare. Il tempo di assegnare le cattedre e coprire i buchi temporanei d’organico. Che ci saranno, sì. «Ecco perché l’appunto che faccio alla Regione è quello di non aver spostato di due o tre giorni l’inizio del calendario scolastico», fa notare il preside Cesare Molinari. Che vede le nuove immissioni in ruolo con una nota positiva, ma sente - come gli altri colleghi dirigenti scolastici biellesi, d’altronde - che il tempo stringe. E l’anno 2015-2016 è alle porte.La fase “b” del nuovo piano straordinario di assunzioni a tempo indeterminato, in corso almeno fino alla mezzanotte di venerdì, 11 settembre, farà slittare l’organizzazione didattica degli istituti del territorio. Già lo si immaginava, in ambiente scolastico. A darne prova proprio la data, quell’11 settembre, limite per i docenti di tutta Italia, ai quali è stato proposto uno dei  58 posti vacanti nel Biellese, per esprimere il proprio consenso o dissenso. A darne certezza, invece, la fresca uscita del giorno in cui si terranno, all’Ufficio Scolastico Territoriale di Biella, le nomine del «personale docente destinatario di proposta di assunzione fase “b”»: lunedì 14 settembre, dalle ore 10 alle 11.30 per i 26 posti comuni disponibili e dalle 14.30 alle 16 per i 32 di sostegno scoperti.  

Giovanna Boglietti

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 5 settembre 2015

Una settimana, poi il disagio dovrebbe rientrare. Il tempo di assegnare le cattedre e coprire i buchi temporanei d’organico. Che ci saranno, sì. «Ecco perché l’appunto che faccio alla Regione è quello di non aver spostato di due o tre giorni l’inizio del calendario scolastico», fa notare il preside Cesare Molinari. Che vede le nuove immissioni in ruolo con una nota positiva, ma sente - come gli altri colleghi dirigenti scolastici biellesi, d’altronde - che il tempo stringe. E l’anno 2015-2016 è alle porte.La fase “b” del nuovo piano straordinario di assunzioni a tempo indeterminato, in corso almeno fino alla mezzanotte di venerdì, 11 settembre, farà slittare l’organizzazione didattica degli istituti del territorio. Già lo si immaginava, in ambiente scolastico. A darne prova proprio la data, quell’11 settembre, limite per i docenti di tutta Italia, ai quali è stato proposto uno dei  58 posti vacanti nel Biellese, per esprimere il proprio consenso o dissenso. A darne certezza, invece, la fresca uscita del giorno in cui si terranno, all’Ufficio Scolastico Territoriale di Biella, le nomine del «personale docente destinatario di proposta di assunzione fase “b”»: lunedì 14 settembre, dalle ore 10 alle 11.30 per i 26 posti comuni disponibili e dalle 14.30 alle 16 per i 32 di sostegno scoperti.  

Giovanna Boglietti

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 5 settembre 2015