Sanità, 203 esami ora si pagano

Sanità, 203 esami ora si pagano
Altro 30 Gennaio 2016 ore 10:31

E’ entrato in vigore pochi giorni fa, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il decreto del ministero della salute datato 9 dicembre 2015, detto “decreto appropiatezza prescrittiva ” che va a limitare, e di molto, la possibilità di utilizzare i ticket su 203 prestazioni sanitarie. Una vera e propria batosta per i pazienti che saranno costretti, se non in casi gravissimi, a dover aprire il portafogli e a pagare. Sei le macroaree prese a riferimento nel nuovo decreto. Tantissimi esami e prestazioni odontoiatriche, legati alla genetica, alla radiologia diagnostica, agli esami di laboratorio, alla dermatologia allergologica e alla Medicina nucleare diventeranno dunque a totale carico dell’utente. Con una situazione difficile anche nel rapporto con il medico che dovrà attenersi a stringenti metodi valutativi per poter prescrivere questi esami. Ed è proprio questo aspetto che preoccupa i camici bianchi. «I medici sono – sottolinea Sergio Di Bella, segretario provinciale della Fimmg -, con il decreto in argomento, privati della potestà di prescrivere in scienza e coscienza. Ciò addirittura rischiando di compromettere il cardine della Medicina di famiglia: il rapporto di fiducia tra medico e paziente. Quest’ultimo va informato della evidente contrarietà della categoria medica verso una norma ingiusta. Il primo risultato di tale decreto è un forte disagio per i nostri assistiti e per i medici stessi».

Enzo Panelli

 

L’articolo integrale e l’elenco completo delle prestazioni che si devono pagare sull’Eco di Biella di sabato 30 gennaio 2016 

E’ entrato in vigore pochi giorni fa, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il decreto del ministero della salute datato 9 dicembre 2015, detto “decreto appropiatezza prescrittiva ” che va a limitare, e di molto, la possibilità di utilizzare i ticket su 203 prestazioni sanitarie. Una vera e propria batosta per i pazienti che saranno costretti, se non in casi gravissimi, a dover aprire il portafogli e a pagare. Sei le macroaree prese a riferimento nel nuovo decreto. Tantissimi esami e prestazioni odontoiatriche, legati alla genetica, alla radiologia diagnostica, agli esami di laboratorio, alla dermatologia allergologica e alla Medicina nucleare diventeranno dunque a totale carico dell’utente. Con una situazione difficile anche nel rapporto con il medico che dovrà attenersi a stringenti metodi valutativi per poter prescrivere questi esami. Ed è proprio questo aspetto che preoccupa i camici bianchi. «I medici sono – sottolinea Sergio Di Bella, segretario provinciale della Fimmg -, con il decreto in argomento, privati della potestà di prescrivere in scienza e coscienza. Ciò addirittura rischiando di compromettere il cardine della Medicina di famiglia: il rapporto di fiducia tra medico e paziente. Quest’ultimo va informato della evidente contrarietà della categoria medica verso una norma ingiusta. Il primo risultato di tale decreto è un forte disagio per i nostri assistiti e per i medici stessi».

Enzo Panelli

 

L’articolo integrale e l’elenco completo delle prestazioni che si devono pagare sull’Eco di Biella di sabato 30 gennaio 2016 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli