San Cassiano cerca fondi per i lavori

San Cassiano cerca fondi per i lavori
Altro 08 Maggio 2015 ore 09:36

BIELLA - La storica chiesa di San Cassiano, in Riva, sta cambiando piano piano look. Merito di don Piero Grosso che ha fatto partire un cantiere atteso per vent'anni. "Non si poteva più attendere - sottolinea -, pioveva in chiesa e le canali scaricavano acqua sulle facciate, rovinandole. Abbiamo messo delle pezze, in questi anni, ma ora non era più possibile attendere". I lavori sono a buon punto, tanto che è già stato completato il restauro del campanile. Ma i fondi per completare i lavori non sono ancora sufficienti. Ecco che, quindi, la parrocchia di San Cassiano parte con una serie di iniziative volte proprio a finanziare l'opera. "Abbiamo speso 300mila euro che provengono dal fondo per l'8 per mille - spiega don Grosso - ma ci servono ancora parecchi soldi per coprire tutte le spese dell'intervento che, oltre alla sistemazione del tetto, delle canali, della facciata nord e di quella sud, prevede anche il recupero della campana delle ore che, dopo i lavori, avrà un suono decisamente più pulito". Insomma, la gara di solidarietà per la chiesa di San Cassiano partirà ufficialmente sabato, nonostante siano già giunte parecchie donazioni. 
La chiesa di San Cassiano propone come primo appuntamento pubblico un concerto di primavera che sabato, a partire dalle 21, vedrà protagonista il coro Genzianella della città di Biella e il coro sant'Anna di Roncogno, Trento. Tutte le offerte che verranno raccolte serviranno appunto per finanziare l'intervento di recupero della chiesa. Per chi volesse inoltre sostenere l'iniziativa si pu consultare il sito www.sanca.it in cui sono indicati tutti gli estremi per contribuire alle spese sostenute per San Cassiano. La gara di solidarietà è partita. 
Enzo Panelli

BIELLA - La storica chiesa di San Cassiano, in Riva, sta cambiando piano piano look. Merito di don Piero Grosso che ha fatto partire un cantiere atteso per vent'anni. "Non si poteva più attendere - sottolinea -, pioveva in chiesa e le canali scaricavano acqua sulle facciate, rovinandole. Abbiamo messo delle pezze, in questi anni, ma ora non era più possibile attendere". I lavori sono a buon punto, tanto che è già stato completato il restauro del campanile. Ma i fondi per completare i lavori non sono ancora sufficienti. Ecco che, quindi, la parrocchia di San Cassiano parte con una serie di iniziative volte proprio a finanziare l'opera. "Abbiamo speso 300mila euro che provengono dal fondo per l'8 per mille - spiega don Grosso - ma ci servono ancora parecchi soldi per coprire tutte le spese dell'intervento che, oltre alla sistemazione del tetto, delle canali, della facciata nord e di quella sud, prevede anche il recupero della campana delle ore che, dopo i lavori, avrà un suono decisamente più pulito". Insomma, la gara di solidarietà per la chiesa di San Cassiano partirà ufficialmente sabato, nonostante siano già giunte parecchie donazioni. 
La chiesa di San Cassiano propone come primo appuntamento pubblico un concerto di primavera che sabato, a partire dalle 21, vedrà protagonista il coro Genzianella della città di Biella e il coro sant'Anna di Roncogno, Trento. Tutte le offerte che verranno raccolte serviranno appunto per finanziare l'intervento di recupero della chiesa. Per chi volesse inoltre sostenere l'iniziativa si pu consultare il sito www.sanca.it in cui sono indicati tutti gli estremi per contribuire alle spese sostenute per San Cassiano. La gara di solidarietà è partita. 
Enzo Panelli