«Salviamo la funicolare»

«Salviamo la funicolare»
10 Giugno 2017 ore 11:42

BIELLA – Una quarantina di persone hanno risposto presente ieri nel tardo pomeriggio all’invito di un flash mob lanciato da Silvia Gilardi sul social network “Facebook”. Un estremo tentativo per salvare la funicolare, come recitava lo striscione apposto all’ingresso dell’impianto di risalita ormai fermo da qualche settimana. Un estremo tentativo per evitare che venga sostituito con un piu? moderno ascensore inclinato. «Mi sono accorta ora – ha spiegato ai presenti la promotrice del flash mob – che ho sbagliato a scrivere lo striscione. Non doveva essere “salvate la funicolare” ma “salvatemi”. Qui abbiamo l’impianto di risalita piu? antico d’Italia e pensiamo a distruggerlo. Sarebbe uno splendido strumento di marketing ma noi vogliamo sostituirlo con un ascensore che sara? simile a una funicolare».

Una storia che, come ha ricordato Gilardi, ricorda molto «quella del trenino di Oropa, altro bene di tutti che e? stato smantellato. E ora, da anni, si ragiona per ripristinarlo. Qui la funicolare c’e? ancora e per questo lanciamo un appello agli amministratori di Biella. Fermatevi. Se non volete ripristinare la funicolare, lasciate che ci pensi la prossima amministrazione, non distruggete un bene che e? di tutti quanti, un bene storico».

Enzo Panelli 
Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 10 giugno 2017 

BIELLA – Una quarantina di persone hanno risposto presente ieri nel tardo pomeriggio all’invito di un flash mob lanciato da Silvia Gilardi sul social network “Facebook”. Un estremo tentativo per salvare la funicolare, come recitava lo striscione apposto all’ingresso dell’impianto di risalita ormai fermo da qualche settimana. Un estremo tentativo per evitare che venga sostituito con un piu? moderno ascensore inclinato. «Mi sono accorta ora – ha spiegato ai presenti la promotrice del flash mob – che ho sbagliato a scrivere lo striscione. Non doveva essere “salvate la funicolare” ma “salvatemi”. Qui abbiamo l’impianto di risalita piu? antico d’Italia e pensiamo a distruggerlo. Sarebbe uno splendido strumento di marketing ma noi vogliamo sostituirlo con un ascensore che sara? simile a una funicolare».

Una storia che, come ha ricordato Gilardi, ricorda molto «quella del trenino di Oropa, altro bene di tutti che e? stato smantellato. E ora, da anni, si ragiona per ripristinarlo. Qui la funicolare c’e? ancora e per questo lanciamo un appello agli amministratori di Biella. Fermatevi. Se non volete ripristinare la funicolare, lasciate che ci pensi la prossima amministrazione, non distruggete un bene che e? di tutti quanti, un bene storico».

Enzo Panelli 
Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 10 giugno 2017 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità