Salita San Giuseppe, sì al progetto

Salita San Giuseppe, sì al progetto
Altro 18 Novembre 2016 ore 13:04

BIELLA - È stato compiuto un altro passo, l'ultimo dal punto di vista tecnico-burocratico, verso il restauro di salita San Giuseppe, atteso dagli abitanti di Riva e di Cossila, che condividono la via d'accesso alternativa tra città e valle Oropa e l'amore per la chiesetta che si trova a metà strada. La giunta di lunedì 14 novembre ha approvato il progetto esecutivo, dopo il quale può essere bandita la gara d'appalto: «L'obiettivo è di fare in fretta ad assegnare i lavori» spiega l'assessore ai lavori pubblici Sergio Leone «in modo da poter partire nelle prime settimane del 2017, condizioni del tempo permettendo».

Per l'intervento sono stati messi a bilancio 300mila euro e si metterà mano a due punti critici: un muro di contenimento, che è proprio all'altezza della chiesetta, e la messa in sicurezza di un altro muro che ha bisogno di essere consolidato all'altezza del numero civico 11. Il Comune ha deciso di procedere anche senza una risposta definitiva al contenzioso aperto mesi fa con il proprietario di un terreno sovrastante la strada che, a causa di una frana e del cedimento del muro di contenimento, l'ha resa difficilmente transitabile. Un lavoro atteso da tempo dagli abitanti di salita San Giuseppe che ancora nelle ultime settimane, tramite il consigliere Paolo Robazza, avevano protestato per il ritardo nella partenza dell’intervento.

E.P.

BIELLA - È stato compiuto un altro passo, l'ultimo dal punto di vista tecnico-burocratico, verso il restauro di salita San Giuseppe, atteso dagli abitanti di Riva e di Cossila, che condividono la via d'accesso alternativa tra città e valle Oropa e l'amore per la chiesetta che si trova a metà strada. La giunta di lunedì 14 novembre ha approvato il progetto esecutivo, dopo il quale può essere bandita la gara d'appalto: «L'obiettivo è di fare in fretta ad assegnare i lavori» spiega l'assessore ai lavori pubblici Sergio Leone «in modo da poter partire nelle prime settimane del 2017, condizioni del tempo permettendo».

Per l'intervento sono stati messi a bilancio 300mila euro e si metterà mano a due punti critici: un muro di contenimento, che è proprio all'altezza della chiesetta, e la messa in sicurezza di un altro muro che ha bisogno di essere consolidato all'altezza del numero civico 11. Il Comune ha deciso di procedere anche senza una risposta definitiva al contenzioso aperto mesi fa con il proprietario di un terreno sovrastante la strada che, a causa di una frana e del cedimento del muro di contenimento, l'ha resa difficilmente transitabile. Un lavoro atteso da tempo dagli abitanti di salita San Giuseppe che ancora nelle ultime settimane, tramite il consigliere Paolo Robazza, avevano protestato per il ritardo nella partenza dell’intervento.

E.P.