Menu
Cerca

Rush finale, iniziati i pre-scrutini

Rush finale, iniziati i pre-scrutini
Altro 02 Giugno 2015 ore 11:16

Esame di maturità 2015, si entra nel vivo. In alcuni istituti superiori della città, sono già cominciati questo fine settimana i cosiddetti “pre-scrutini”. E, intanto, sono state rese pubbliche dal Ministero le date delle prove che coinvolgeranno gli studenti di quinta, per ottenere il diploma.  

A firmare l’annuale ordinanza con le indicazioni operative per lo svolgimento dell’Esame di Stato, il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. Quanto alle prove, la prima prova scritta, che riguarderà l’italiano, è stata fissata per mercoledì 17 giugno, alle ore 8.30, durata massima di sei ore. La seconda prova, invece, è in calendario per giovedì 18 giugno, sempre alle ore 8.30. Durata anche in questo caso, per tutti, di sei ore, a eccezione di alcuni indirizzi come il Liceo musicale, coreutico e artistico, dove la prova si svolge in  due o più giorni. La terza prova, diversa per ciascuna scuola, si terrà lunedì 22 giugno. «La commissione, nella terza prova, tiene conto, ai fini dell’accertamento delle competenze, abilità e conoscenze, anche delle eventuali esperienze condotte in alternanza scuola lavoro, stage e tirocinio, e della disciplina non linguistica insegnata tramite la metodologia Clil», precisa il Ministero. «Anche il colloquio orale potrà partire da eventuali esperienze condotte in alternanza o in tirocinio». A partire da martedì, 5 giugno, saranno visibili le commissioni esaminatrici, direttamente sul sito del Miur.

Un esame “nuovo”. Ma la maturità 2015 non sarà un esame come tutti gli altri: vedrà, infatti, debuttare gli indirizzi della riforma delle superiori, avviata nell’anno scolastico 2010-2011. Una novità recepita dall’ordinanza soprattutto per quanto riguarda la seconda prova scritta, alla quale approdano materie come danza, musica, design, legate ai nuovi indirizzi scolastici attivati. Senza dimenticare il tratto caratteristico, introdotto dall’ex ministro Mariastella Gelmini: alla maturità, così come all’esame di terza media, accederanno solo gli studenti che abbiano ottenuto almeno la sufficienza in tutte le materie, compresa la condotta. 

Ecco spiegato il valore che assumono anche i pre-scrutini, in corso nel Biellese, all’Iti come al Classico ad esempio. Pratica diffusa nelle scuole, per cercare di anticipare tutte le decisioni che saranno ratificate in sede di scrutinio finale, l'unico previsto dalle legge ma ad anno scolastico concluso, e consentire fino all’ultimo agli studenti eventuali recuperi, per ottenere il sospirato sei. 

Intanto, dal fronte sindacale, resta confermato lo slittamento degli scrutini, per sciopero della prima ora nei due giorni di svolgimento, a eccezione di quelli delle classi che sosterranno esame di terza media o maturità. Slittamento, per ora, solo annunciato, anche a livello locale.

Giovanna Boglietti

Esame di maturità 2015, si entra nel vivo. In alcuni istituti superiori della città, sono già cominciati questo fine settimana i cosiddetti “pre-scrutini”. E, intanto, sono state rese pubbliche dal Ministero le date delle prove che coinvolgeranno gli studenti di quinta, per ottenere il diploma.  

A firmare l’annuale ordinanza con le indicazioni operative per lo svolgimento dell’Esame di Stato, il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. Quanto alle prove, la prima prova scritta, che riguarderà l’italiano, è stata fissata per mercoledì 17 giugno, alle ore 8.30, durata massima di sei ore. La seconda prova, invece, è in calendario per giovedì 18 giugno, sempre alle ore 8.30. Durata anche in questo caso, per tutti, di sei ore, a eccezione di alcuni indirizzi come il Liceo musicale, coreutico e artistico, dove la prova si svolge in  due o più giorni. La terza prova, diversa per ciascuna scuola, si terrà lunedì 22 giugno. «La commissione, nella terza prova, tiene conto, ai fini dell’accertamento delle competenze, abilità e conoscenze, anche delle eventuali esperienze condotte in alternanza scuola lavoro, stage e tirocinio, e della disciplina non linguistica insegnata tramite la metodologia Clil», precisa il Ministero. «Anche il colloquio orale potrà partire da eventuali esperienze condotte in alternanza o in tirocinio». A partire da martedì, 5 giugno, saranno visibili le commissioni esaminatrici, direttamente sul sito del Miur.

Un esame “nuovo”. Ma la maturità 2015 non sarà un esame come tutti gli altri: vedrà, infatti, debuttare gli indirizzi della riforma delle superiori, avviata nell’anno scolastico 2010-2011. Una novità recepita dall’ordinanza soprattutto per quanto riguarda la seconda prova scritta, alla quale approdano materie come danza, musica, design, legate ai nuovi indirizzi scolastici attivati. Senza dimenticare il tratto caratteristico, introdotto dall’ex ministro Mariastella Gelmini: alla maturità, così come all’esame di terza media, accederanno solo gli studenti che abbiano ottenuto almeno la sufficienza in tutte le materie, compresa la condotta. 

Ecco spiegato il valore che assumono anche i pre-scrutini, in corso nel Biellese, all’Iti come al Classico ad esempio. Pratica diffusa nelle scuole, per cercare di anticipare tutte le decisioni che saranno ratificate in sede di scrutinio finale, l'unico previsto dalle legge ma ad anno scolastico concluso, e consentire fino all’ultimo agli studenti eventuali recuperi, per ottenere il sospirato sei. 

Intanto, dal fronte sindacale, resta confermato lo slittamento degli scrutini, per sciopero della prima ora nei due giorni di svolgimento, a eccezione di quelli delle classi che sosterranno esame di terza media o maturità. Slittamento, per ora, solo annunciato, anche a livello locale.

Giovanna Boglietti