Rubano 80 mila bottiglie di olio di oliva

26 Giugno 2009 ore 19:23
Rubano due Tir carichi
di bancali d’olio d’oliva

Il furto a Cavaglià. In cella banda di rumeni e italiani
Magazzino a Grugliasco scoperto dai carabinieri
 
 


(26 giu) Una banda composta da rumeni e da tre italiani dell’etnia dei sinti piemontesi, specializzata in furti, è stata smantellata dai carabinieri del Reparto provinciale di Torino in collaborazione con quelli di Biella e di Cavaglià. In carcere, colpiti da un’ordinanza di custodia cautelare firmata a tempo di record dal gip torinese, sono finite nove persone che gravitavano nei campi nomadi alle porte di Torino. L’operazione ha portato al recupero di un enorme carico di olio extravergine di oliva (nella foto una parte con i carabinieri di Cavaglià) rubato nella notte tra sabato e domenica scorsi nel magazzino della “Nothegger Logistica srl” di via Abate Bertone a Cavaglià, una società che fa capo a un austriaco e che si occupa di import/export.

ALTRI PARTICOLARI SU ECO DI LUNEDI’ 29 GIUGNO

 

Rubano due Tir carichi
di bancali d’olio d’oliva
Il furto a Cavaglià. In cella banda di rumeni e italiani
Magazzino a Grugliasco scoperto dai carabinieri
  



Una banda composta da rumeni e da tre italiani dell’etnia dei sinti piemontesi, specializzata in furti, è stata smantellata dai carabinieri del Reparto provinciale di Torino in collaborazione con quelli di Biella e di Cavaglià. In carcere, colpiti da un’ordinanza di custodia cautelare firmata a tempo di record dal gip torinese, sono finite nove persone che gravitavano nei campi nomadi alle porte di Torino. L’operazione ha portato al recupero di un enorme carico di olio extravergine di oliva (nella foto una parte con i carabinieri di Cavaglià) rubato nella notte tra sabato e domenica scorsi nel magazzino della “Nothegger Logistica srl” di via Abate Bertone a Cavaglià, una società che fa capo a un austriaco e che si occupa di import/export.
Il carico era composto da un’ottantina di bancali sui quali erano stipate scatole contenenti dodici bottiglie di olio ognuna. In tutto si parla di circa 80 mila bottiglie di olio extravergine di oliva. La segnalazione del furto da parte dei carabinieri di Biella, è servita ai colleghi torinesi che erano già da tempo sulle tracce della banda ed erano pronti a eseguire i provvedimenti di custodia cautelare, a monitorare gli spostamenti dei ladri e a rintracciare il magazzino utilizzato dalla gang per stoccare la merce rubata prima di smistarla, venderla o farla ripartire per la Romania.
Nello stesso magazzino è stata trovata altra refurtiva: merce di vario genere sulla quale stanno dedicando ora l’attenzione gli investigatori, segno che l’indagine non è ancora conclusa.
In realtà si pensava che la banda, composta da rumeni e da tre italiani ai quali gli stessi si rivolgevano per piazzare la merce, fosse specializzata sostanzialmente nel settore del rame. Gli elementi raccolti dai carabinieri fino a quel momento erano stati comunque sufficienti per richiedere e ottenere il provvedimento di arresto per nove elementi ritenuti il fulcro della banda. Nel contesto dell’operazione, mentre era in corso una perquisizione a un campo nomadi nei pressi di Grugiasco, i carabinieri hanno trovato e arrestato anche un sinto piemontese ricercato per tentato omicidio.
v.ca

26 giugno 2009

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità