Menu
Cerca

Rosminiane: via alla trasformazione

Rosminiane: via alla trasformazione
Altro 16 Marzo 2016 ore 15:36

CANDELO  - Da questa settimana il centro storico del Comune inizia a cambiare volto, con una serie di lavori che interesseranno la sistemazione delle aree dei nuclei di antica formazione. 

Da ieri l’area del parcheggio  “Le Rosminiane” è occupata dal cantiere della ditta Gugliotta di Vigliano che ha iniziato i lavori per la trasformazione dell’area,  con la realizzazione della pavimentazione e la definizione degli stalli, in totale saranno ricavati una cinquantina di parcheggi. I lavori dureranno un paio di mesi. Per l’accesso al centro, il transito da Via Cerventi è riservato solo alle due residenze private, mentre da via Matteotti  è assicurato l’accesso pedonale per usufruire dei servizi. Nello stabile trovano infatti spazio il locale polivalente, la biblioteca, la sala del Consiglio comunale, la cucina e la mensa per gli anziani, il centro incontro anziani con l’associazione “Anziano è bello”, il presidio sanitario per le visite e i prelievi del sangue. Sempre da via Matteotti è mantenuto l’accesso al campo di bocce che si trova a fianco del parcheggio. In alternativa è disponibile a pochi passi il parcheggio di Santa Croce con passaggio pedonale verso via Mazzini e piazza Castello con  più di 100 posti auto a disposizione. 

Poi toccherà a via Mazzini  e alla piazza Castello ad essere interessate ai lavori per il rifacimento del tratto di fognatura, che risale agli anni ‘30, posa che proseguirà anche in via Roma, via Mulini e parte via Molignati. Il Cordar ha già presentato in Comune la bozza del progetto.

«E'  un'operazione complessa - afferma il sindaco Mariella Biollino -  prima per ricercare i fondi e poi per raccordare le esigenze di tutti. Il primo lavoro è quello della sistemazione generale dell’area parcheggio “Le Rosminiane“. Il finanziamento è  legato al progetto regionale del PTI Terre di mezzo con capofila la città di Vercelli. Il progetto è di ampio respiro e comprende, oltre a quelli presentati dai singoli Comuni , anche un progetto integrato finalizzati ai prodotti agroalimentari e turistici del Vercellese, di Candelo e Verrone gli unici del Biellese ad essere stati finanziate. Tutti gli altri progetti sono vercellesi».

Naturalmente i lavori per la realizzazione del nuovo tratto di fognatura dovranno precedere quelli di sistemazione di piazza Castello per la quale si sta predisponendo la bozza del progetto alla luce delle osservazioni indicate dalla Soprintendenza. «Molto positivo e costruttivo il rapporto con la Soprintendenza e la dottoressa Cristina Natoli che è personalmente venuta a visionare la piazza la settimana scorsa e ha dato molti suggerimenti relativi a pavimentazione, uso materiali vari. visuali da lasciare libere ecc... - dice Mariella Biollino - Pertanto si stanno rivedendo le precedenti bozze secondo i suggerimenti avuti. Si tratta come sempre di raccordare i suggerimenti e richieste della Soprintendenza con le esigenze del commercio e della popolazione. Sono ottimista. Anche qui a breve troveremo una soluzione».

Sante Tregnago

CANDELO  - Da questa settimana il centro storico del Comune inizia a cambiare volto, con una serie di lavori che interesseranno la sistemazione delle aree dei nuclei di antica formazione. 

Da ieri l’area del parcheggio  “Le Rosminiane” è occupata dal cantiere della ditta Gugliotta di Vigliano che ha iniziato i lavori per la trasformazione dell’area,  con la realizzazione della pavimentazione e la definizione degli stalli, in totale saranno ricavati una cinquantina di parcheggi. I lavori dureranno un paio di mesi. Per l’accesso al centro, il transito da Via Cerventi è riservato solo alle due residenze private, mentre da via Matteotti  è assicurato l’accesso pedonale per usufruire dei servizi. Nello stabile trovano infatti spazio il locale polivalente, la biblioteca, la sala del Consiglio comunale, la cucina e la mensa per gli anziani, il centro incontro anziani con l’associazione “Anziano è bello”, il presidio sanitario per le visite e i prelievi del sangue. Sempre da via Matteotti è mantenuto l’accesso al campo di bocce che si trova a fianco del parcheggio. In alternativa è disponibile a pochi passi il parcheggio di Santa Croce con passaggio pedonale verso via Mazzini e piazza Castello con  più di 100 posti auto a disposizione. 

Poi toccherà a via Mazzini  e alla piazza Castello ad essere interessate ai lavori per il rifacimento del tratto di fognatura, che risale agli anni ‘30, posa che proseguirà anche in via Roma, via Mulini e parte via Molignati. Il Cordar ha già presentato in Comune la bozza del progetto.

«E'  un'operazione complessa - afferma il sindaco Mariella Biollino -  prima per ricercare i fondi e poi per raccordare le esigenze di tutti. Il primo lavoro è quello della sistemazione generale dell’area parcheggio “Le Rosminiane“. Il finanziamento è  legato al progetto regionale del PTI Terre di mezzo con capofila la città di Vercelli. Il progetto è di ampio respiro e comprende, oltre a quelli presentati dai singoli Comuni , anche un progetto integrato finalizzati ai prodotti agroalimentari e turistici del Vercellese, di Candelo e Verrone gli unici del Biellese ad essere stati finanziate. Tutti gli altri progetti sono vercellesi».

Naturalmente i lavori per la realizzazione del nuovo tratto di fognatura dovranno precedere quelli di sistemazione di piazza Castello per la quale si sta predisponendo la bozza del progetto alla luce delle osservazioni indicate dalla Soprintendenza. «Molto positivo e costruttivo il rapporto con la Soprintendenza e la dottoressa Cristina Natoli che è personalmente venuta a visionare la piazza la settimana scorsa e ha dato molti suggerimenti relativi a pavimentazione, uso materiali vari. visuali da lasciare libere ecc... - dice Mariella Biollino - Pertanto si stanno rivedendo le precedenti bozze secondo i suggerimenti avuti. Si tratta come sempre di raccordare i suggerimenti e richieste della Soprintendenza con le esigenze del commercio e della popolazione. Sono ottimista. Anche qui a breve troveremo una soluzione».

Sante Tregnago