Roma rende 351mila euro al Comune di Biella

Roma rende 351mila euro al Comune di Biella
Altro 10 Ottobre 2016 ore 16:51

BIELLA - Da Roma arriva uno stanziamento extra di oltre 351mila euro per Biella dopo il ricalcolo del fondo di solidarieta? di Imu e Tasi, che nel 2015 aveva penalizzato fortemente la citta? con un taglio secco del 61 per cento rispetto all'anno precedente. La buona notizia per le casse di palazzo Oropa e? contenuta sull'ultimo numero di settembre della Gazzetta Ufficiale. Il ministero dell'Interno e quello dell'Economia hanno provveduto al ricalcolo dei soldi destinati ad alcuni Comuni, tra quelli che compensano i versamenti allo Stato delle imposte comunali sugli immobili.

Biella e? nel ristretto elenco di 28 citta? (sugli oltre 9mila Comuni italiani) per cui sono stati rivisti i conti. Tre sono piemontesi ma a palazzo Oropa e? arrivata la fetta piu? grande della torta (da 8,9 milioni di euro in tutta Italia) destinata alla nostra regione: per la precisione 351.064 euro.

«Il taglio di aprile 2015 era stato di oltre 1,4 milioni di euro, un colpo di scure davvero pesante per i nostri conti» sottolinea l'assessore al bilancio Giorgio Gaido. «Contro quel provvedimento avevamo protestato a gran voce, anche in occasione di un incontro a Roma. E il lavoro dei nostri uffici ha aiutato a produrre la documentazione che ha fatto capire come i calcoli dell'anno scorso fossero troppo penalizzanti». Sono quattro i capoluoghi di provincia che hanno beneficiato del riconteggio: oltre a Biella ci sono Alessandria, Cremona e Rimini. Dunque ora Biella puo? contare su un piccolo tesoretto che, pero? e? conteggiato alla voce di spesa corrente, dunque non potra? essere utilizzato per gli investimenti. Ma e? una somma che a Palazzo Oropa serve come l’aria che si respira visti i continui tagli dei contributi.

E.P. 

BIELLA - Da Roma arriva uno stanziamento extra di oltre 351mila euro per Biella dopo il ricalcolo del fondo di solidarieta? di Imu e Tasi, che nel 2015 aveva penalizzato fortemente la citta? con un taglio secco del 61 per cento rispetto all'anno precedente. La buona notizia per le casse di palazzo Oropa e? contenuta sull'ultimo numero di settembre della Gazzetta Ufficiale. Il ministero dell'Interno e quello dell'Economia hanno provveduto al ricalcolo dei soldi destinati ad alcuni Comuni, tra quelli che compensano i versamenti allo Stato delle imposte comunali sugli immobili.

Biella e? nel ristretto elenco di 28 citta? (sugli oltre 9mila Comuni italiani) per cui sono stati rivisti i conti. Tre sono piemontesi ma a palazzo Oropa e? arrivata la fetta piu? grande della torta (da 8,9 milioni di euro in tutta Italia) destinata alla nostra regione: per la precisione 351.064 euro.

«Il taglio di aprile 2015 era stato di oltre 1,4 milioni di euro, un colpo di scure davvero pesante per i nostri conti» sottolinea l'assessore al bilancio Giorgio Gaido. «Contro quel provvedimento avevamo protestato a gran voce, anche in occasione di un incontro a Roma. E il lavoro dei nostri uffici ha aiutato a produrre la documentazione che ha fatto capire come i calcoli dell'anno scorso fossero troppo penalizzanti». Sono quattro i capoluoghi di provincia che hanno beneficiato del riconteggio: oltre a Biella ci sono Alessandria, Cremona e Rimini. Dunque ora Biella puo? contare su un piccolo tesoretto che, pero? e? conteggiato alla voce di spesa corrente, dunque non potra? essere utilizzato per gli investimenti. Ma e? una somma che a Palazzo Oropa serve come l’aria che si respira visti i continui tagli dei contributi.

E.P.