Ritiro referti, cambiano le regole

Ritiro referti, cambiano le regole
Altro 06 Marzo 2016 ore 09:46

BIELLA - L’Asl di Biella amplia le possibilità per il ritiro degli esami di laboratorio che dal 4 aprile potranno essere spediti a casa solo a spese del destinatario. A dettare regole ben precise in tal senso è la legge 106 del 12 luglio 2011, di recente richiamata anche dalla Regione Piemonte con una circolare del 16 febbraio scorso. La norma prescrive di effettuare la consegna dei referti medici esclusivamente in forma digitale. L’Asl si allinea, dunque, al processo di digitalizzazione già avviato da tempo dalla regione. 

Le opzioni previste coniugano modernità e tradizione:  stampa on line da casa, stampa in farmacia, stampa self service h24 tramite totem,  ritiro esiti presso sportelli cup del territorio. Per stampare da casa è necessario acquisire le credenziali cioè username e password che servono per accedere al portale on line della Regione Piemonte (http://www2.aslbi.piemonte.it/cms/it/servizi-on-line/ritiro-referti-on-line). 

I cittadini potranno acquisire le credenziali nell’atrio dell’ospedale (dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 10.30) o in alternativa, nei punti Cup del territorio.  Con la prima possibilità, la più comoda e veloce, ogni cittadino potrà stampare liberamente da casa i propri esami o salvarli sul proprio pc/tablet e smartphone. 

Il cittadino può scegliere anche di recarsi in farmacia (in tutto 46 quelle che hanno aderito al progetto); qui, con il promemoria avuto al momento dell’accettazione, il cittadino potrà ricevere la stampa dei suoi esami; in questo caso è previsto un costo di 1,50 euro alla farmacia. 

Una novità è anche la terza opzione: il totem posto all’ingresso del nuovo ospedale, entrando a destra. Qui il cittadino, dopo aver pagato il ticket, avvicinando il foglio di prenotazione/accettazione potrà procedere alla stampa del referto in autonomia. È essenziale avvicinare al lettore il bar code con la scritta “codice da utilizzare per il ritiro del referto presso il totem”. 

Permangono gli sportelli aziendali cup. Coloro che preferiscono il metodo più tradizionale potranno ritirare gli esiti direttamente nei punti cup aziendali presenti sul territorio (Cup di Biella in via Caraccio, Poliambulatorio di Cossato, Cup Andorno Micca, Mongrando, Cavaglià, Vigliano Biellese, Vallemosso e Trivero frazione Ponzone). L’Asl ricorda che anche in questo caso è necessario portare sempre con sé il promemoria rilasciato al momento dell’accettazione. 

Resta la quinta opzione dell’invio a casa, ma dal 4 aprile - in linea con quanto previsto dalla normativa - l’interessato può ottenere il referto a domicilio solo a proprie spese. 

E.P.

BIELLA - L’Asl di Biella amplia le possibilità per il ritiro degli esami di laboratorio che dal 4 aprile potranno essere spediti a casa solo a spese del destinatario. A dettare regole ben precise in tal senso è la legge 106 del 12 luglio 2011, di recente richiamata anche dalla Regione Piemonte con una circolare del 16 febbraio scorso. La norma prescrive di effettuare la consegna dei referti medici esclusivamente in forma digitale. L’Asl si allinea, dunque, al processo di digitalizzazione già avviato da tempo dalla regione. 

Le opzioni previste coniugano modernità e tradizione:  stampa on line da casa, stampa in farmacia, stampa self service h24 tramite totem,  ritiro esiti presso sportelli cup del territorio. Per stampare da casa è necessario acquisire le credenziali cioè username e password che servono per accedere al portale on line della Regione Piemonte (http://www2.aslbi.piemonte.it/cms/it/servizi-on-line/ritiro-referti-on-line). 

I cittadini potranno acquisire le credenziali nell’atrio dell’ospedale (dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 10.30) o in alternativa, nei punti Cup del territorio.  Con la prima possibilità, la più comoda e veloce, ogni cittadino potrà stampare liberamente da casa i propri esami o salvarli sul proprio pc/tablet e smartphone. 

Il cittadino può scegliere anche di recarsi in farmacia (in tutto 46 quelle che hanno aderito al progetto); qui, con il promemoria avuto al momento dell’accettazione, il cittadino potrà ricevere la stampa dei suoi esami; in questo caso è previsto un costo di 1,50 euro alla farmacia. 

Una novità è anche la terza opzione: il totem posto all’ingresso del nuovo ospedale, entrando a destra. Qui il cittadino, dopo aver pagato il ticket, avvicinando il foglio di prenotazione/accettazione potrà procedere alla stampa del referto in autonomia. È essenziale avvicinare al lettore il bar code con la scritta “codice da utilizzare per il ritiro del referto presso il totem”. 

Permangono gli sportelli aziendali cup. Coloro che preferiscono il metodo più tradizionale potranno ritirare gli esiti direttamente nei punti cup aziendali presenti sul territorio (Cup di Biella in via Caraccio, Poliambulatorio di Cossato, Cup Andorno Micca, Mongrando, Cavaglià, Vigliano Biellese, Vallemosso e Trivero frazione Ponzone). L’Asl ricorda che anche in questo caso è necessario portare sempre con sé il promemoria rilasciato al momento dell’accettazione. 

Resta la quinta opzione dell’invio a casa, ma dal 4 aprile - in linea con quanto previsto dalla normativa - l’interessato può ottenere il referto a domicilio solo a proprie spese. 

E.P.