Rifiuti, il Comune di Biella conferma gli aumenti

Rifiuti, il Comune di Biella conferma gli aumenti
Altro 25 Luglio 2015 ore 12:56

Aumenti medi del 2 e 3 per cento delle bollette dei rifiuti delle famiglie? No, la variazione percentuale cresce, anche oltre il 10 per cento, per case di grandi dimensioni. Dopo le polemiche scaturite successivamente all’arrivo nella buca delle lettere della tanto odiata Tari, il Comune fa retromarcia. «C’è stata una distorsione che non era stata notata nelle prime simulazioni - sottolinea il vicesindaco Diego Presa -. Nei nostri calcoli ci eravamo fermati ad abitazioni fino a 250 metri quadrati ma, effettivamente, più questi aumentano, più si paga. Diciamo comunque sin da subito che tutte le somme sono ampiamente minori rispetto alla bolletta del 2013». 
I dati simulati delle bollette sono chiari. Una persona che vive in una casa di 30 metri quadrati paga un euro in più rispetto al 2015, da 75 a 76 euro. Due persone in una casa di 60 metri quadrati ne pagano 4 in più, tre persone in un appartamento da 200 metri quadrati passano da 416 euro del 2014 a 443 di quest’anno, due persone in una casa da 250 metri quadrati dovranno invece sborsare 455 euro, 31 in più rispetto a un anno fa. In quest’ultimo caso la bolletta è inferiore di un euro rispetto al 2013. 

Enzo Panelli

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 25 luglio 2015

Aumenti medi del 2 e 3 per cento delle bollette dei rifiuti delle famiglie? No, la variazione percentuale cresce, anche oltre il 10 per cento, per case di grandi dimensioni. Dopo le polemiche scaturite successivamente all’arrivo nella buca delle lettere della tanto odiata Tari, il Comune fa retromarcia. «C’è stata una distorsione che non era stata notata nelle prime simulazioni - sottolinea il vicesindaco Diego Presa -. Nei nostri calcoli ci eravamo fermati ad abitazioni fino a 250 metri quadrati ma, effettivamente, più questi aumentano, più si paga. Diciamo comunque sin da subito che tutte le somme sono ampiamente minori rispetto alla bolletta del 2013». 
I dati simulati delle bollette sono chiari. Una persona che vive in una casa di 30 metri quadrati paga un euro in più rispetto al 2015, da 75 a 76 euro. Due persone in una casa di 60 metri quadrati ne pagano 4 in più, tre persone in un appartamento da 200 metri quadrati passano da 416 euro del 2014 a 443 di quest’anno, due persone in una casa da 250 metri quadrati dovranno invece sborsare 455 euro, 31 in più rispetto a un anno fa. In quest’ultimo caso la bolletta è inferiore di un euro rispetto al 2013. 

Enzo Panelli

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 25 luglio 2015