Altro

Rifiuti abbandonati, già 90 le multe a Cossato

Rifiuti abbandonati, già 90 le multe a Cossato
Altro Grande Biella, 21 Settembre 2015 ore 15:19

COSSATO - C’è unanime soddisfazione,  in città, per quanto riguarda la raccolta puntuale dei rifiuti da parte della Seab per conto del Comune. «Se siamo riusciti ad arrivare a dei risultati così grandi e significativi, - dichiara l’assessore Carlo Furno Marchese – lo dobbiamo anche alla Regione che, circa sei anni or sono, ci aveva concesso un contributo di 250 mila euro per l’acquisto delle calotte da collocare sui cassonetti ed attuare, così, la raccolta puntuale dei rifiuti».

«Il nuovo sistema di addebito variabile della spesa non più calcolato sui metri quadrati dell’alloggio ,ma in base al numero delle persone che utilizzano il servizio, ha permesso di effettuare gli addebiti in modo più equo ed anche trasparente - aggiunge -. E’ diverso, invece, il sistema che si applica ai commercianti ed agli artigiani. Non a caso, infatti,  tutti ci copiano». «C’è da far rilevare – aggiunge il tecnico comunale Graziano Fava – che chi deposita i sacchi al di fuori dei cassonetti, avrà un ulteriore addebito». Nel corso dello scorso anno,  sono entrati in funzione due ispettori  ecologici, uno del Comune ed uno della Seab, per svolgere attività informative, di prevenzione ed anche di sanzione. «Finora - spiega Fava -, grazie ai controlli fatti, in pochi mesi, sono state elevate  circa 90 multe da 50 euro, per l’abbandono di sacchi di immondizia, pagabili entro 30 giorni, la maggior parte delle quali sono già state pagate. Sono stati multati anche due o tre condomini, che non hanno spazio per mettere i cassonetti all’interno, per dei sacchi neri depositati nei pressi delle loro aree ecologiche» . «Ringrazio i cittadini cossatesi per il grande sforzo effettuato: grazie a loro, infatti, - commenta l’assessore all’ambiente – la città è più pulita e più sana e la Seab per la sua grande disponibilità  e competenza. A metà ottobre la Seab ed il Comune di Cossato saranno ospiti di “Ecomondo’’ a Rimini, un invito che ci lusinga molto».

Gli ispettori hanno fatto chiarezza anche con gli ambulanti sul modo di differenziare i rifiuti,  dando loro utili consigli, per cui la situazione è decisamente migliorata. Infatti, da giugno, grazie a loro, ogni mercoledì, si differenziano 20mila litri di plastica ed altrettanti di cartone, un risultato davvero notevole ed eccezionale, che provoca un deciso salto di qualità e di quantità nella raccolta differenziata di Cossato.

Franco Graziola  

COSSATO - C’è unanime soddisfazione,  in città, per quanto riguarda la raccolta puntuale dei rifiuti da parte della Seab per conto del Comune. «Se siamo riusciti ad arrivare a dei risultati così grandi e significativi, - dichiara l’assessore Carlo Furno Marchese – lo dobbiamo anche alla Regione che, circa sei anni or sono, ci aveva concesso un contributo di 250 mila euro per l’acquisto delle calotte da collocare sui cassonetti ed attuare, così, la raccolta puntuale dei rifiuti».

«Il nuovo sistema di addebito variabile della spesa non più calcolato sui metri quadrati dell’alloggio ,ma in base al numero delle persone che utilizzano il servizio, ha permesso di effettuare gli addebiti in modo più equo ed anche trasparente - aggiunge -. E’ diverso, invece, il sistema che si applica ai commercianti ed agli artigiani. Non a caso, infatti,  tutti ci copiano». «C’è da far rilevare – aggiunge il tecnico comunale Graziano Fava – che chi deposita i sacchi al di fuori dei cassonetti, avrà un ulteriore addebito». Nel corso dello scorso anno,  sono entrati in funzione due ispettori  ecologici, uno del Comune ed uno della Seab, per svolgere attività informative, di prevenzione ed anche di sanzione. «Finora - spiega Fava -, grazie ai controlli fatti, in pochi mesi, sono state elevate  circa 90 multe da 50 euro, per l’abbandono di sacchi di immondizia, pagabili entro 30 giorni, la maggior parte delle quali sono già state pagate. Sono stati multati anche due o tre condomini, che non hanno spazio per mettere i cassonetti all’interno, per dei sacchi neri depositati nei pressi delle loro aree ecologiche» . «Ringrazio i cittadini cossatesi per il grande sforzo effettuato: grazie a loro, infatti, - commenta l’assessore all’ambiente – la città è più pulita e più sana e la Seab per la sua grande disponibilità  e competenza. A metà ottobre la Seab ed il Comune di Cossato saranno ospiti di “Ecomondo’’ a Rimini, un invito che ci lusinga molto».

Gli ispettori hanno fatto chiarezza anche con gli ambulanti sul modo di differenziare i rifiuti,  dando loro utili consigli, per cui la situazione è decisamente migliorata. Infatti, da giugno, grazie a loro, ogni mercoledì, si differenziano 20mila litri di plastica ed altrettanti di cartone, un risultato davvero notevole ed eccezionale, che provoca un deciso salto di qualità e di quantità nella raccolta differenziata di Cossato.

Franco Graziola  

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter