Riaperto il centro anziani di via Delleani a Biella

Riaperto il centro anziani di via Delleani a Biella
Altro 12 Ottobre 2015 ore 03:16

BIELLA - C’era fermento giovedì scorso in via Delleani a Biella, per la riapertura del centro anziani. Nonostante assessore competente e funzionari avessero fissato l’appuntamento alle 14,30, già prima delle 14 un capannello di pensionati aveva raggiunto il circolo, in trepidante attesa.

«Il centro - ha spiegato l’assessore ai servizi sociali Francesca Salivotti - è stato chiuso lo scorso 27 agosto perché non c’era più un comitato di partecipazione. I vari membri si erano progressivamente dimessi e mancava il numero legale che permetteva di mantenere la struttura aperta. La lite di cui tanto si è parlato, sorta ad agosto a causa una partita a carte, è stata soltanto la cosiddetta “goccia che ha fatto traboccare il vaso”».

Intanto, ad oggi, nessuno si è candidato. Per questo, durante l’assemblea di giovedì, sono stati nominati dei commissari. «Si tratta - ha detto  Salivotti - di Vincenzo Boschetto per Mcl, Movimento cristiano lavoratori, e di Germana Romano, dirigente dei servizi sociali del Comune, che sarà coadiuvata dal sub-commissario Paolo Galuppi, consigliere comunale del Partito Democratico».

I commissari avranno un compito importante: «Far riflettere i frequentatori del centro sulle cause di conflittualità e individuare persone che possano candidarsi nel consiglio. E’ senza dubbio una soluzione temporanea, ma necessaria, per permettere la riapertura della struttura che è, a tutti gli effetti, un luogo di aggregazione molto importante. Ci siamo dati tre mesi, ma speriamo di riuscire a costituire un nuovo comitato al più presto».

Nel corso dell’incontro sono state anche distribuite -  non senza polemiche -  alcune funzioni. Al presidente uscente, Germano Dellasette, è stato assegnato il compito di aprire e chiudere il centro. Sarà coadiuvato da due soci. Adriano Segato si occuperà della musica nei giorni di giovedì e domenica e Anna Maria Signorello provvederà alla distribuzione delle bevande. «Siccome serve uno speciale permesso per la somministrazione di alimenti, per le prime settimane - afferma Salivotti - il centro potrà offrire soltanto acqua e  bibite sigillate. Ci attiveremo comunque subito affinchè al più presto gli ospiti possano gustarsi anche cibo, the e caffè»

Gli orari restano gli stessi: tutti i giorni dalle 14,30 alle 18. Salivotti,  però, è stata chiara: «Ci sarà una clausola: chi creerà ancora problemi sarà allontanato».

Shama Ciocchetti

BIELLA - C’era fermento giovedì scorso in via Delleani a Biella, per la riapertura del centro anziani. Nonostante assessore competente e funzionari avessero fissato l’appuntamento alle 14,30, già prima delle 14 un capannello di pensionati aveva raggiunto il circolo, in trepidante attesa.

«Il centro - ha spiegato l’assessore ai servizi sociali Francesca Salivotti - è stato chiuso lo scorso 27 agosto perché non c’era più un comitato di partecipazione. I vari membri si erano progressivamente dimessi e mancava il numero legale che permetteva di mantenere la struttura aperta. La lite di cui tanto si è parlato, sorta ad agosto a causa una partita a carte, è stata soltanto la cosiddetta “goccia che ha fatto traboccare il vaso”».

Intanto, ad oggi, nessuno si è candidato. Per questo, durante l’assemblea di giovedì, sono stati nominati dei commissari. «Si tratta - ha detto  Salivotti - di Vincenzo Boschetto per Mcl, Movimento cristiano lavoratori, e di Germana Romano, dirigente dei servizi sociali del Comune, che sarà coadiuvata dal sub-commissario Paolo Galuppi, consigliere comunale del Partito Democratico».

I commissari avranno un compito importante: «Far riflettere i frequentatori del centro sulle cause di conflittualità e individuare persone che possano candidarsi nel consiglio. E’ senza dubbio una soluzione temporanea, ma necessaria, per permettere la riapertura della struttura che è, a tutti gli effetti, un luogo di aggregazione molto importante. Ci siamo dati tre mesi, ma speriamo di riuscire a costituire un nuovo comitato al più presto».

Nel corso dell’incontro sono state anche distribuite -  non senza polemiche -  alcune funzioni. Al presidente uscente, Germano Dellasette, è stato assegnato il compito di aprire e chiudere il centro. Sarà coadiuvato da due soci. Adriano Segato si occuperà della musica nei giorni di giovedì e domenica e Anna Maria Signorello provvederà alla distribuzione delle bevande. «Siccome serve uno speciale permesso per la somministrazione di alimenti, per le prime settimane - afferma Salivotti - il centro potrà offrire soltanto acqua e  bibite sigillate. Ci attiveremo comunque subito affinchè al più presto gli ospiti possano gustarsi anche cibo, the e caffè»

Gli orari restano gli stessi: tutti i giorni dalle 14,30 alle 18. Salivotti,  però, è stata chiara: «Ci sarà una clausola: chi creerà ancora problemi sarà allontanato».

Shama Ciocchetti