Resta emergenza a Chiavazza. Domani stadio inagibile

Resta emergenza a Chiavazza. Domani stadio inagibile
15 Novembre 2014 ore 21:05

Continua il lavoro della Protezione civile della città di Biella  che, ormai da ore, segue l’evolversi della situazione del maltempo dalla sala operativa e sul territorio. Ecco i problemi ancora in atto, aggiornati alle 17 di oggi: in via della Vittoria a Chiavazza resta in vigore l’ordinanza di evacuazione delle abitazioni dal numero civico 59 al 67, a cui si aggiungono le case di strada per la frazione Magliola, per la minaccia della frana staccatasi dalla collina sovrastante, che ha provocato l’esondazione di mercoledì. Gli uomini della Protezione civile sorvegliano costantemente da monte la situazione della frana, che ha un fronte molto esteso. Per la stessa ragione, via della Vittoria è chiusa al traffico.
Ecco le altre strade chiuse nel territorio cittadino: la provinciale Chiavazza-Ronco all’altezza del ponte sul torrente Chiebbia, le gallerie del tunnel Biella-Mongrando, allagate tra corso San Maurizio e via Cottolengo, strada Vaglio Colma (la provinciale è bloccata da uno smottamento), strada Cantone Bonino, strada Cantone Vindolo e strada Masserano Calaria, tutte nella zona tra Barazzetto, Pollone e Cossila San Giovanni, a loro volta interessati da smottamenti.
Poco lontano dai confini della città (è in territorio di Ponderano), è aperta ma allagata la rotonda del Maghettone: agli automobilisti in transito si raccomanda massima prudenza.
E’ stata infine firmata l’ordinanza che certifica l’inagibilità del terreno di gioco dello stadio La Marmora: sarà quindi rinviata a data da destinarsi la partita tra Junior Biellese e Borgaro, in programma domani pomeriggio.
Il bollettino meteo dell’Arpa Piemonte ha portato al livello 1, criticità ordinaria, il tasso di rischio idrogeologico in provincia di Biella. La Prefettura ha reso pubblico un appello chiedendo ai cittadini di limitare gli spostamenti in auto a quelli indispensabili.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità