Altro

Regione, nessun aumento delle tasse

Regione, nessun aumento delle tasse
Altro 10 Settembre 2016 ore 10:43

Approvazione dell'assestamento di bilancio e provvedimenti antincendio per ospedali e ambulatori sono stati gli argomenti principali trattati dalla Giunta regionale riunitasi nel pomeriggio di giovedi? in piazza Castello. Con una buona notizia per i piemontesi. Almeno per quest’anno non ci sara? nessun aumento delle tasse regionali.

E’ stato approvato, su proposta dell'assessore Aldo Reschigna l'assestamento di bilancio della Regione che era stato esaminato dalla Giunta piemontese e illustrato ai giornalisti dal presidente Chiamparino, dal vicepresidente Reschigna insieme agli altri assessori il 24 agosto scorso. Ci sara? in seguito il passaggio in Consiglio regionale di quello che e? stato definito nel suo complesso «un ottimo lavoro che mette la Regione in sicurezza garantendo per il 2017 e il 2018 i livelli di spesa del 2016 e permettendo in alcuni casi ulteriori sforzi per gli investimenti, nei settori sanita?, edilizia scolastica e turismo, senza aumentare le tasse». Con l'assestamento vengono stanziate risorse per il 2017 e 2018 con una equilibrata distribuzione perche? l’obiettivo e? mantenere la capacita? di spesa del 2016. Oltre 485 milioni verranno usati per le politiche di spesa della Regione divise sui tre anni. Sul 2017 e 2018 saranno assegnate risorse per la riorganizzazione dei servizi di psichiatria, 20 milioni l'anno e sara? data copertura per 18 milioni a interventi sulle alluvioni avvenute dal 1996 al 2008 e inoltre saranno completati i finanziamenti su interventi di edilizia scolastica nelle province di Cuneo, Novara, Asti e Vco. Tra le voci che permettono di mantenere anche per il 2017 e 2018 i livelli di spesa del 2016, c’e? la lotta all'evasione fiscale con importanti risultati per quel che riguarda Irap e Irpef, con un recupero da inizio anno che vale 38 milioni con la prospettiva di un ulteriore miglioramento entro fine anno. Dieci milioni per la realizzazione dei nuovi ospedali dell’Asl To5 e del Vco e? inoltre la cifra prevista, come quota di compartecipazione della Regione.

E.P. 

 

Approvazione dell'assestamento di bilancio e provvedimenti antincendio per ospedali e ambulatori sono stati gli argomenti principali trattati dalla Giunta regionale riunitasi nel pomeriggio di giovedi? in piazza Castello. Con una buona notizia per i piemontesi. Almeno per quest’anno non ci sara? nessun aumento delle tasse regionali.

E’ stato approvato, su proposta dell'assessore Aldo Reschigna l'assestamento di bilancio della Regione che era stato esaminato dalla Giunta piemontese e illustrato ai giornalisti dal presidente Chiamparino, dal vicepresidente Reschigna insieme agli altri assessori il 24 agosto scorso. Ci sara? in seguito il passaggio in Consiglio regionale di quello che e? stato definito nel suo complesso «un ottimo lavoro che mette la Regione in sicurezza garantendo per il 2017 e il 2018 i livelli di spesa del 2016 e permettendo in alcuni casi ulteriori sforzi per gli investimenti, nei settori sanita?, edilizia scolastica e turismo, senza aumentare le tasse». Con l'assestamento vengono stanziate risorse per il 2017 e 2018 con una equilibrata distribuzione perche? l’obiettivo e? mantenere la capacita? di spesa del 2016. Oltre 485 milioni verranno usati per le politiche di spesa della Regione divise sui tre anni. Sul 2017 e 2018 saranno assegnate risorse per la riorganizzazione dei servizi di psichiatria, 20 milioni l'anno e sara? data copertura per 18 milioni a interventi sulle alluvioni avvenute dal 1996 al 2008 e inoltre saranno completati i finanziamenti su interventi di edilizia scolastica nelle province di Cuneo, Novara, Asti e Vco. Tra le voci che permettono di mantenere anche per il 2017 e 2018 i livelli di spesa del 2016, c’e? la lotta all'evasione fiscale con importanti risultati per quel che riguarda Irap e Irpef, con un recupero da inizio anno che vale 38 milioni con la prospettiva di un ulteriore miglioramento entro fine anno. Dieci milioni per la realizzazione dei nuovi ospedali dell’Asl To5 e del Vco e? inoltre la cifra prevista, come quota di compartecipazione della Regione.

E.P.