Altro

Regione, il partito delle consulenze

Regione, il partito delle consulenze
Altro Biella Città, 26 Ottobre 2012 ore 16:21

Da qualche giorno sul sito internet del consiglio regionale del Piemonte sono comparse, nell’ambito dell’operazione trasparenza lanciata dall’amministrazione, gli elenchi dal 2008 al 2012 dei collaboratori assegnati ai gruppi consiliari e agli uffici di comunicazione. L’elenco è lunghissimo e non potevano mancare i biellesi, per la maggior parte figure che ricoprono già incarichi nelle pubbliche amministrazioni o che hanno ruoli di risalto all’interno dei partiti. Si tratta di attività lavorative legittime e alla luce del sole (oggi un po’ di più), solo per qualche ‘big’, specie in questi tempi di spending review e antipolitica (da non cavalcare), si potrebbe porre una questione di mera opportunità. Ecco l’elenco. 

A partire da ciò che è stato pubblicato per l’anno 2008. E’ il caso che riguarda Silvio Belletti, attuale presidente di Seab, la società che si occupa di raccolta e smaltimento rifiuti. Ebbene, per l’incarico di “preparazione documenti di lavoro per iniziative del Gruppo (I Comunisti Italiani) riferite al processo legislativo, predisposizione interpellanze, interrogazioni ecc” il compenso fissato è stato di 119.947 euro dal giugno del 2005 a fine legislatura (ossia aprile 2010). Eppure Belletti non era solo collaboratore del gruppo regionale in quel momento. A fine aprile del 2005, infatti, era stato nominato presidente di Cosrab, il Consorzio che si occupa di pianificazione del mondo dei rifiuti. E uno tra i primi provvedimenti, nel maggio dello stesso anno, era stato quello di aumentarsi lo stipendio, tra le polemiche generali, da 12mila a 26mila euro lordi all’anno. 

Il segretario dei giovani di Forza Italia.  Sempre nel 2008 c’è un altro politico biellese che ricopriva incarico di collaboratore con mansioni di “elaborazione testi e ricerca documentale sulle materie di pertinenza delle Commissioni Permanenti a supporto dell’attività legislativa dei consiglieri nell’ambito dei fini istituzionali del gruppo” per 25mila euro lordi. Si tratta dell’attuale assessore provinciale Alessio Serafia che, dopo l’esperienza del 2008 non figura più negli elenchi regionali. 

... E quello della Sinistra giovanile.  Siamo sempre nel 2008 e il segretario della sinistra giovanile Biellese e Valsesiana, Roberto Panella, fedelissimo di Wilmer Ronzani che nel 2008 percepì 13.915 euro per “Organizzazione delle iniziative legislative sul territorio piemontese”. L’incarico gli fu poi confermato anche negli anni a venire. Nel 2011, il 4 gennaio, gli vennero assegnati 29.068 euro fino al 30 marzo 2015 per le stesse mansioni che abbandonò poi dopo aver trovato un’altra occupazione. Nel frattempo è diventato assessore al Comune di Pralungo. Al suo posto il segretario regionale dei Giovani del Pd, Paolo Furia che percepisce 23.478 euro dal 1° novembre 2011 al 30 aprile 2015. Tutte le cifre sono naturalmente lorde. 

Cambio di legislatura e...  Con le elezioni del 2010 entrano in scena altri politici locali. C’è ad esempio il segretario di Vigliano Biellese di Lega Nord e consigliere comunale di minoranza nello stesso Comune, Filippo Fassina, che per conto del Carroccio percepisce 1.346 euro per il periodo dal 12 novembre 2010 al 31 dicembre 2010 1.346 euro, dal primo gennaio 2011 al 31 dicembre 2011 8.040 euro e dal primo gennaio 2012 al 31 dicembre 2012 la stessa cifra. Stessa “remunerazione”, fatto salvo per il 2012, per un altro leghista, il consigliere provinciale Filippo Lanzone. 

Movimento 5 Stelle.  Uno degli attivisti del Movimento 5 Stelle biellese, Lorenzo D’Amelio, nel 2010 ha prestato servizio di collaborazione in Regione, percependo 2.892 euro per il periodo dal 12 agosto al 31 dicembre. 

Infine l’assessore comunale di Biella.  Tra i collaboratori del consiglio regionale c’è anche un assessore al Comune di Biella. Si tratta di Roberto Pella che ha strappato più contratti di consulenza per la Consulta giovanile. Pella da sempre si occupa di politiche che riguardano i giovani e ricopre anche incarichi a livello nazionale all’interno dell’Associazione dei Comuni italiani. Per queste mansioni dal 21 settembre 2010 al 31 gennaio 2011 ha percepito 9.004 euro, dal primo febbraio 2011 al 31 luglio dello stesso anno 7.710 euro, dal primo al 31 agosto 2011 768,90  euro e per finire dal 2 gennaio 2012 al 31 ottobre di quest’anno 12,210 euro. Le collaborazioni in Regione sono davvero trasversali. 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter