Altro

Referendum, via libera regionale

Referendum, via libera regionale
Altro Grande Biella, 24 Luglio 2015 ore 18:17

In Piemonte si avvia l’iter per una nuova fusione di Comuni. Il consiglio regionale ha approvato all’unanimità, nella seduta del 21 luglio, la proposta di deliberazione che indice il referendum per l'istituzione del Comune di Campiglia Cervo mediante fusione dei Comuni di Campiglia Cervo, Quittengo, San Paolo Cervo, in provincia di Biella. 

Il referendum è il primo passo previsto dalla legge regionale 2 dicembre 1992, n. 51 (Disposizioni in materia di circoscrizioni comunali, unione e fusione di Comuni, circoscrizioni provinciali) a seguito delle deliberazioni dei rispettivi consigli comunali, avvenute lo scorso 4 febbraio, e della provincia di Biella, il 17 luglio.  511 il numero di abitanti che avrebbe il nuovo Comune con la fusione dei tre municipi. Il referendum, che coinvolgerà i cittadini dei tre comuni, potrà avvenire tra il 1° ottobre e il 15 novembre 2015.

Questa nuova richiesta di fusione arriva a poche settimane dal completamento dell’iter di due fusioni di comuni in Piemonte, quella tra Lessona e Crosa, sempre nel biellese, e  tra Viganella e Seppiana, nel Verbano Cusio Ossola, da cui sono stati istituiti, a partire dal 1° gennaio 2016, rispettivamente, i nuovi comuni di Lessona e Borgomezzavalle.

E.P.

In Piemonte si avvia l’iter per una nuova fusione di Comuni. Il consiglio regionale ha approvato all’unanimità, nella seduta del 21 luglio, la proposta di deliberazione che indice il referendum per l'istituzione del Comune di Campiglia Cervo mediante fusione dei Comuni di Campiglia Cervo, Quittengo, San Paolo Cervo, in provincia di Biella. 

Il referendum è il primo passo previsto dalla legge regionale 2 dicembre 1992, n. 51 (Disposizioni in materia di circoscrizioni comunali, unione e fusione di Comuni, circoscrizioni provinciali) a seguito delle deliberazioni dei rispettivi consigli comunali, avvenute lo scorso 4 febbraio, e della provincia di Biella, il 17 luglio.  511 il numero di abitanti che avrebbe il nuovo Comune con la fusione dei tre municipi. Il referendum, che coinvolgerà i cittadini dei tre comuni, potrà avvenire tra il 1° ottobre e il 15 novembre 2015.

Questa nuova richiesta di fusione arriva a poche settimane dal completamento dell’iter di due fusioni di comuni in Piemonte, quella tra Lessona e Crosa, sempre nel biellese, e  tra Viganella e Seppiana, nel Verbano Cusio Ossola, da cui sono stati istituiti, a partire dal 1° gennaio 2016, rispettivamente, i nuovi comuni di Lessona e Borgomezzavalle.

E.P.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter